A- A+
Politica
Matteo Orfini (1)

"Domani in direzione proporro' Matteo Renzi alla Presidenza del Consiglio". Cosi' Matteo Orfini e' intervenuto ieri sera ospite di Piazzapulita su La7. "Mi piacerebbe - prosegue Orfini - sapere se Renzi, che rivendica il suo coraggio e la sua voglia di dare un contributo, se la sente di accettare un'ipotesi del genere. Penso che la sua sarebbe un candidatura in grado di sfidare tutti sul terreno del Governo. Come e' noto gli elettori del M5S apprezzano molto quello che dice Renzi, cosi' come fanno quelli del Pdl".

SERRACCHIANI - "Renzi premier? Trovo che il suo nome sia giustissimo e non capisco perche' non dovrebbe esserlo. L'ho detto un mese e mezzo fa e ho preso randellate dal mio partito". Lo ha detto Debora Serracchiani, neogovernatore del Friuli Venezia Giulia, intervenendo ad Agora' su Rai Tre. "In questo momento - prosegue l'esponente Pd - e' la persona che riesce a raccogliere maggiore consenso, fiducia e maggiore speranza, perche' riesce a parlare oltre il recinto del Pd e riesce probabilmente a rappresentare di piu' e meglio le istanze che vengono da un elettorato che ormai e' assolutamente mescolato, che non ha piu' un'ideologia radicata e che va a votare non piu' soltanto 'in alto a sinistra' ma semplicemente le persone".

LE CONSULTAZIONI - Inizia alle 10,30, con il presidente del Senato, Pietreo Grasso, e si conclude sempre oggi, con i capigruppo Pd, Luigi Zanda e Roberto Speranza, alle 18,30, la giornata di consultazioni del Quirinale per la formazione del governo.

 

MIRABELLI - Franco Mirabelli, senatore, ex coordinatore della mozione Franceschini in Lombardia, esponente di punta di Area Dem, in un'intervista ad Affaritaliani.it boccia la linea scelta da Pippo Civati: "Sono contrario a chi dice che se ne deve andare. Ma anche lui sbaglia: non può essere presentato come un atto di eroismo quello di votare, dopo aver discusso e deciso le cose nel gruppo, come si vuole". Franceschini sostiene che chi vota contro la fiducia è fuori: "E' ovvio, in un gruppo non può coesistere chi vota la fiducia e chi no". I traditori? "Civati dice che sono i franceschiniani e sbaglia di grosso. Anzi". Poi l'attacco, durissimo, al segretario metropolitano di Milano Roberto Cornelli: "Non è più di garanzia. Si deve dimettere subito, e lasciare il posto a un collegio che guidi questa transizione" (LEGGI TUTTO)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giovani turchi pd
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


casa, immobiliare
motori
Renault svela gli interni della nuova Austral

Renault svela gli interni della nuova Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.