A- A+
Politica


 

giuliano amato

La partita per il Quirinale si continua a giocare sottotraccia. Anche perché sarà il prossimo Parlamento, il 15 aprile, ad eleggere il sostituto di Giorgio Napolitano. Il quadro quindi non è per nulla chiaro ed è difficile fare previsioni sulla consistenza dei nuovi gruppi parlamentari e del governo che vedrà la luce dopo il voto del 24 e 25 febbraio. Secondo fonti parlamentari, contattate da Affaritaliani.it, sta tornando in auge il nome di Giuliano Amato. Una candidatura gradita al Pd e anche a Silvio Berlusconi. Pierluigi Bersani e il Cavaliere potrebbero trovare un accordo sul dottor Sottile il quale, da presidente della Repubblica, potrebbe controfirmare sena opporsi, una legge capace di garantire a Berlusconi il famoso salvacondotto giudiziario, una sorta di scudo per mettersi al riparo dalle tre sentenze in arrivo: quelle dei processi Ruby, Mediaset e Unipol.

Sicuramente la battaglia per la  presidenza della Repubblica sarà una delle ultime di Berlusconi. Una battaglia fondamentale, soprattutto  per il suo futuro personale. Una cosa è certa, nessuno dei protagonisti esposti da qui al 25 febbraio possono aspirare al Colle. Nemmeno Monti, la cui campagna elettorale all’insegna dell’aggressività, lo taglia molto probabilmente  fuori dai giochi:  Pd e Pdl infatti non avrebbero motivo di votare  colui che li ha così duramente criticati.  Il nuovo presidente della Repubblica sarà  quindi un uomo ai margini dalla contesa elettorale  giacché lo scontro politico logorerà le posizioni di tutti i candidati rendendoli di fatto troppo di parte per essere adatti a ricoprire un ruolo super partes per antonomasia.

Intanto Romano Prodi sta alla finestra e il suo nome potrebbe essere gradito oltre che al Pd e a Vendola anche  ai grillini e alla Rivoluzione Civile di Ingroia. Sull’ex premier ci sarebbe però il veto di Casini e ovviamente di Berlusconi. Bisognerà vedere con quale consistenza numerica il leader del Movimento 5 Stelle e l'ex pm palermitano entreranno  in Aula e se il capo dello Stato verrà eletto a maggioranza qualificata o semplice.

Dal canto suo la Lega, guarda con poco interesse alla partita, ma non è un mistero che Roberto Maroni vedrebbe di buon occhio la candidatura di Anna Finocchiaro per la quale in passato ha espresso parole di apprezzamento.  

Daniele Riosa

Tags:
amatoprodiingroiagrillo

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.