A- A+
Politica

 

 

berlusconi parodia 13

di Fabio Massa

 

Alfano e i suoi hanno dettato le condizioni al Cavaliere, in una serie di riunioni serrate: "Via Brunetta e basta attacchi al governo". In più, le colombe vogliono contare all'interno del partito. Silvio Berlusconi ha ascoltato, ha abbozzato, ha mediato, dopo una notte passata con i fedelissimi, quei falchi che adesso si sono trasformati in "lealisti". Se quelli che oggi sembrano i vincitori, ovvero le colombe, hanno fatto la loro mossa, solo una parte della strategia di Santanché&Co, che invece vede nel bersaglio grosso il partito, non il governo, è stata svelata. Verdini, Bondi, Gelmini, Fitto, Capezzone, Brunetta, Bergamini, Polverini, Minzolini. Tutti tra i firmatari del documento dei lealisti. Che, tramite gli amici più stretti del Cavaliere, evitando gli eccessi, hanno chiesto de facto una separazione netta nella futura Forza Italia, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it: "A noi il partito, a loro il governo". Una sorta di anomala riedizione del binomio Moro-Zaccagnini. Berlusconi, le teste volute da Alfano, non vuole farle cadere. E anche se la nomenklatura cattolica si è schierata senza se e senza ma al fianco delle colombe (in tutte le sue varianti, dall'Osservatore Romano a Famiglia Cristiana ai Ciellini), difficile per il Cavaliere allontanare da sè e dal partito compagni di mille battaglie. Tra l'altro, l'estromissione dei falchi provocherebbe un cataclisma su tutti i territori, con un clima giacobino da post rivoluzione. Ecco perché sul tavolo ora il Cavaliere ha due vie: cedere tutto ad Alfano o assegnare il partito ai falchi e il governo alle colombe. Oppure, la terza: rimettersi al centro, punto di sintesi e bersaglio di tutti.

@FabioAMassa

Tags:
pdl alfano falchi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.