A- A+
Politica

"Nichi Vendola e i suoi portano avanti molte battaglie condivisibili, mentre il Pd, nonostante porti avanti delle battaglie comuni alle nostre, sta guardando troppo al centro, inseguendo e sostenendo Monti e le sue politiche neoliberiste". Così ha dichiarato Antonio Ingroia candidato premier per la lista Rivoluzione Civile, questa mattina ai microfoni di Radio Città Futura.

Una scelta, quella del Pd, che per Ingroia compromette anche un possibile dialogo al Senato: "non credo il Pd si sia mosso del tutto in linea sul principio di liste pulite: penso alla Sicilia e alla candidatura di Crisafulli, un nome che dice molto ai siciliani - ha spiegato Ingroia - mentre noi abbiamo candidato Franco Latorre: due nomi contrapposti che hanno e avranno un peso significativo".

Quanto alla stesura delle liste "sono ancora un cantiere aperto" ha dichiarato Ingroia facendo sapere che un no dell'ex M5S Favia gli 'dispiacerebbe' e non sciogliendo la riserva sulla candidatura dei leader politici Bonelli e Ferrero. Con Di Pietro, dice Ingroia 'ottimi rapporti' e fa sapere che sarà in lista. In Lombardia e nel Lazio cosa farà Rivoluzione Civile? "É una lista neonata quindi rispetto alla Lombardia siamo arrivati tardi - ha detto Ingroia - mentre rispetto al Lazio stiamo valutando la possibilità di presentarci con la nostra lista e il nostro simbolo".

Tags:
ingroiapd

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.