A- A+
Politica
Landini e Schlein insieme a Bologna: in 30mila al corteo contro il governo

In 30mila al corteo di Bologna: "No al lavoro precario"

Il 'crescentone' di piazza Maggiore a Bologna e' pieno di palloncini rossi, verdi e blu a testimoniare la presenza dei tre sindacati Cgil, Cisl e Uil: striscioni e slogan, "Piu' welfare meno guerre", "eccellenze con precariato", "Opzione donna".

Sono 30mila le persone in piazza sotto le Due Torri, secondo sindacati e questura, a dire no al lavoro precario nella prima della tre manifestazioni unitarie "per una nuova stagione del lavoro e dei diritti" finalizzate ad ottenere un cambiamento delle politiche economiche, sociali e occupazionali; mobilitaziine che proseguira' il 13 maggio a Milano e il 20 maggio a Napoli. In piazza Maggiore si alternano gli interventi dei lavoratori, dei pensionati e dei segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra, PierPaolo Bombardieri. Presenti delegazioni di tutto il centro nord Italia e tutti i delegati delle aziende in crisi del centro Italia.

E' il primo passo, spiegano i sindacati, di una mobilitazione che andra' avanti finche' non si otterranno risposte dal governo. Fino alla piazza, in corteo ci sara' solo la Cgil con il suo leader. "Non escludiamo nulla, gli scioperi generali non si minacciano, ma si fanno quando e' il momento di farli - scandisce il segretario gendrale del sindacato, Maurizio Landini - e oggi una manifestazione di questa natura indica il consenso che oggi il sindacato ha e il consenso che il governo non ha".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
landinischlein





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.