A- A+
Politica
Lega, la verità sullo scontro Bossi-Salvini


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


E' vero che esiste un vitalizio di 400mila euro all'anno per Umberto Bossi come scrive il quotidiano la Repubblica? "Esisteva. Avevamo un fondo spese per far fronte alle esigenze di Bossi. Parliamo di autisti e... di questa roba qua", afferma ad Affaritaliani.it Stefano Stefani, segretario amministrativo della Lega Nord. Ma non esiste più questo fondo? "Non lo so. Fino a luglio esisteva. Adesso non lo so", aggiunge. E' vero che Bossi ha denunciato Salvini perché gli ha tolto il vitalizio? "A me non risulta, mi sembra impossibile. Comunque aspetto oggi se c'è questa udienza e che mi diano questa risposta", conclude Stefani.

SALVINI: TUTTE CAZZATE!

"Mentre la Lega si batte contro la follia di Mare Nostrum (2.000 sbarchi nel week end), contro gli studi di settore e per cambiare la legge Fornero, alcuni giornali scrivono di 'litigi interni alla Lega': in una parola, scrivono CAZZATE! Abbiamo querelato piu' volte La Repubblica, quereleremo ancora. P.S. Bravi i militanti Leghisti di Bergamo, grazie ai loro 12 giorni di presidio (giorno e notte!) GLI IMMIGRATI SONO ANDATI VIA dal Parco dei Colli. Chi non si arrende, alla fine vince!". Lo scrive su facebook il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini.

IL CASO, BOSSI CONTRO SALVINI

Secondo quanto racconta la Repubblica, il motivo della lite tra Bossi e il segretario federale della Lega è pecuniario: Salvini avrebbe infatti negato al Senatùr un vitalizio annuo di 400mila euro, venendo meno ai patti messi nero su bianco in una scrittura privata.
 
La denuncia - Bossi da tempo percepisce dalla Lega un "vitalizio" di 900 mila euro -così si legge nella citazione di Bossi contro Salvini -per sostenere le sue spese mediche, e finanziare quelle del suo staff politico. Il legale del Senatur, inoltre, l'avvocato Matteo Brigandi, aveva presentato alla Lega una parcella milionaria per la sua attività professionale dal 2000 al 2013. E, per farsi liquidare l'esosa parcella, aveva chiesto e ottenuto dal Tribunale il sequestro cautelativo di sei milioni di euro sui conti leghisti. Dall'altra parte, il segretario del Carroccio, Salvini, al momento del suo insediamento aveva manifestato l'intenzione di non versare più alcuna somma al fondatore leghista, non voleva pagare la parcella Brigandi, e aveva annunciato la volontà di costituirsi parte lesa, come Lega, nei processi contro lo stesso Bossi e i suoi figli, Renzo e Riccardo.
Una faida che sembrava risolta con la mediazione di Stefano Stefani, tesoriere del partito.
 
I patti - Ecco gli accordi tra i quattro. Bossi avrebbe imposto -racconta Repubblica - al suo legale di rinunciare alla sua parcella e di svincolare i sei milioni di euro. In cambio Salvini avrebbe garantito al Senatur un "vitalizio" di 400 mila euro annui, e si sarebbe impegnato a non costituirsi parte lesa nei processi contro la famiglia Bossi. Soltanto che, se da una parte Bossi ha liberato i soldi leghisti fatti sequestrare dal suo legale che ha rinunciato alla parcella, il Carroccio i sei milioni li ha spesi tutti per la campagna elettorale per le scorse elezioni Europee. Col bilancio della Lega in rosso Salvini ha fatto sapere a Bossi di non potergli più garantire i 400 mila euro promessi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, infine è stato l'annuncio che la Lega alla prima udienza del 10 ottobre contro i familiari di Bossi, si sarebbe costituita parte lesa. Così il Senatur ha deciso di citare in tribunale Salvini per danni. E riservandosi di procedere sul fronte penale per truffa.

Tags:
legabossisalvinistefani
Loading...
in vetrina
Previsioni meteo, temporali al centrosud: nel weekend torna il bel tempo

Previsioni meteo, temporali al centrosud: nel weekend torna il bel tempo

i più visti
in evidenza
Messico 1970, la partita del secolo Quando l'Italia attaccò e vinse

Il rigoletto

Messico 1970, la partita del secolo
Quando l'Italia attaccò e vinse


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Cupra vira verso l’elettrico e lancia tre nuovi modelli ibridi

Cupra vira verso l’elettrico e lancia tre nuovi modelli ibridi


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.