A- A+
Politica
Lega, Maroni: Bossi e Salvini andranno d'accordo

"Lo vivo con sollievo e con fiducia ottimismo. E' stato un anno difficile, da quando ho assunto la segreteria, sono successe molte cose e' come se fosse passato un secolo. E' un altro mondo". Cosi' Roberto Maroni sul congresso straordinario della Lega Nord che incoronera' Matteo Salvini suo successore. "Avevo deciso di rimettere il mandato perche' governare la Lombardia e' un impegno enorme, a cui mi voglio dedicare a tempo pieno. E' una decisione gia' presa adesso viene realizzata". "Domenica mi aspetto un congresso di rilancio", ha continuato, il segretario uscente del Carroccio.

"Sono amici, due grandi combattenti penso che andranno d'accordo". Cosi' Roberto Maroni ha risposto a chi gli chiedeva di Matteo Salvini e Umberto Bossi, in un'intervista a 'Radio Padania'. Il segretario uscente della Lega Nord ha poi voluto ricordare Gipo Farassino, cantante ed ex europarlamentare piemontese morto nei giorni scorsi

Durante la trasmissione Buongiorno Lombardia in onda questa mattina su Telelombardia il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha risposto alle accuse dell'ex tesoriere Belsito pubblicate oggi da Repubblica (Belsito accusa Salvini di aver intascato 20 mila euro in nero da Bonomi, soldi che non avrebbe mai versato al partito) "Palle, palle, palle. Quelle di Belsito sono solo palle. Non so cosa faranno Zaia e Cota in merito alle accuse di Belsito di aver preso tangenti, so quello che farò io. Sono pronto a fare una bella querela. Mi domando che affidabilità possono avere le parole di Belsito, certo anche noi leghisti dovevamo accorgerci prima della persona con cui avevamo a che fare"

"Da domenica possiamo dire che abbiamo veramente girato pagina: questo fango qui rimane ancorato al passato". Cosi' Roberto Maroni commenta le ultime rivelazioni di Francesco Belsito. "Da domenica guardiamo al futuro e tutte queste le vogliamo dimenticare perche' non fanno piu' parte della storia della Lega", ha aggiunto il segretario uscente della Lega Nord, in un'intervista a 'Radio Padania'.

"Non c'entra la magistratura sono i giornali che raccontano la versione di questo personaggio che non merita neanche che si citi il nome suo nome, un personaggio che dice le cose che dice, che inventa, perche', essendo indagato, puo' dire quello che vuole non si puo' anche agire legalmente nei suoi confronti", prosegue Maroni. Il riferimento e' ai verbali degli interrogatori dell'ex tesoriere del Carroccio che risalgono a maggio e filtrati tra ieri e oggi. Nelle ricostruzioni giornalistiche, Belsito sostiene che Matteo Salvini abbia incassato soldi in nero e che Luca Zaia e Flavio Tosi fossero a conoscenza dei soldi arrivati a un esponente veneto da una societa' francese. "Io non mi preoccuperei, certo da fastidio: uno si incazza ho sentito stamattina che i nostri sono incazzati, pero' quello e' il personaggio, purtroppo e' stato imbarcato, per fortuna ce ne siamo liberati".

Tags:
lega maroni
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Sky Calcio, nuovi prezzi abbonamento (sconto). Mentre il pacchetto Sky Sport.. I COSTI

Sky Calcio, nuovi prezzi abbonamento (sconto). Mentre il pacchetto Sky Sport.. I COSTI


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.