A- A+
Politica
M5S, Falso ideologico, Appendino condannata. "Resto sindaco. Mi autosospendo"

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, è stata condannata a 6 mesi al processo Ream. Ha retto l'accusa di falso ideologico, mentre la sindaca e' stata assolta per abuso d'ufficio. Secondo la Procura, il Comune di Torino non avrebbe nserito nel bilancio 2017 i 5 milioni di euro versati come caparra dalla societa' Ream, che durante l'amministrazione guidata da Piero Fassino si era interessata alla riqualificazione dell'ex area Westinghouse, progetto poi assegnato al gruppo Esselunga. I pm Gianoglio e Gabetta avevano chiesto per Appendino una pena di 1 anno e 2 mesi.  "Portero' a termine il mio mandato da sindaca.E come previsto dal codice etico mia autosospendero' dal Movimento 5 stelle”, ha fatto sapere la Appendino.

Loading...
Commenti
    Tags:
    m5schiara appendino condannata
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    L'Arma deri Carabinieri arruola 52 Nissan Leaf

    L'Arma deri Carabinieri arruola 52 Nissan Leaf


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.