A- A+
Politica

Si' ad un governo di scopo "della societa' civile, dei cittadini", forse anche se fosse guidato di nuovo da Enrico Letta "perche' la priorita' e' cambiare la legge elettorale". Il senatore 5 stelle, Luis Alberto Orellana, gia' tra i critici con la linea di Grillo e Casaleggio e con il diktat del NO al dialogo con gli altri partiti, torna a pronunciare parole che faranno discutere. E lo fa in un'intervista con Europa.it.

"La legge elettorale e' uno dei venti punti che abbiamo promesso di realizzare" spiega Orellana. Quindi, e' la domanda, se domani cadesse il governo, voterebbe per un nuovo Esecutivo anche in dissenso dal gruppo? "Se il gruppo tradisce il mandato elettorale - risponde il senatore 5 stelle - uno non puo' seguire il gruppo. Una nuova legge elettorale e' tra i venti punti che abbiamo giurato di realizzare". Anche se fosse guidato da Letta? "Dovrei pensarci - ammette - Letta e' molto caratterizzato politicamente, ma la priorita' e' cambiare il Porcellum". Nonostante Grillo abbia detto che si deve tornare al voto anche con questa legge elettorale... Ma Orellana non pensa affatto a consultarlo. "Grillo non ha consultato nessuno - sottolinea - non consultero' nemmeno io lui e saremo pari e patta". Le sue parole faranno molto discutere in M5S e potrebbero avere delle conseguenze importanti, considerata la delicata fase politica di questi giorni. Perche', come confermano anche alcuni parlamentari 5 stelle tra i piu' integralisti, "sono sicuramente 8-9 i dissidenti al Senato che potrebbero seguirlo". Ma con il rischio di un ulteriore 'trascinamento' di altri colleghi senatori: insomma, secondo quanto si apprende, la 'pattuglia' dei senatori grillini che potrebbero votare una fiducia ad un Letta bis, che abbia alcuni compiti precisi come appunto la riforma elettorale, potrebbe salire a quota 15.

Tags:
m5s orellana

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.