A- A+
Politica
M5S: la Rai fa campagna pro-Renzi


Beppe grillo torna all'attacco. Il bersaglio è il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il metodo è contestare le presenze televisive del premier nei programmi Rai. E il terreno di  battaglia è la campagna elettorale per le Europee e per le Amministrative.

Deputati e senatori del Movimento cinque stelle hanno firmato un esposto contro Renzi e contro il governo che oggi invieranno all'autorità per le garanzie nelle Comunicazioni. Un'altra missiva, una sorta di ingiunzione a riequilibrare le presenze tv e a riferire in commissione di vigilanza, è stata firmata e inviata alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola.

Secondo i dati dell'osservatorio di Pavia, l'istituto di ricerca che monitora il pluralismo politico sulle televisioni nazionali per conto della commissione di Vigilanza Rai, in piena campagna elettorale il governo ha ecceduto gli spazi informativi messi a disposizione dalla tv pubblica. Di più, accusano i Cinque stelle, c'è stata una sovraesposizione di governo e partito democratico, essenzialmente nella persona di Matteo Renzi.

Sotto accusa sono in particolare i telegiornali. Nella settimana dal 22 al 28 marzo scorsi, scrive il Movimento cinque stelle nel dossier, l'osservatorio di Pavia ha registrato una presenza del governo nel complesso dei tg Rai per il 45,4 per cento degli spazi disponibili. Di contro, al movimento di Beppe Grillo è stato concesso solo il 7,2 per cento del tempo di parola. Una sproporzione evidente che non terrebbe conto dei rapporti maggioranza-opposizione, e neppure del peso specifico del Pd rispetto al Movimento 5 stelle, valutabile in base ai risultati delle ultime elezioni politiche.

In particolare i Cinque stelle lamentano, nel tempo concesso al governo, la sovraesposizione di Renzi, che è anche segretario del Pd, partito di maggioranza. In sostanza, l'accusa dei parlamentari grillini al premier è di utilizzare gli spazi concessi per fare campagna elettorale senza contraddittorio, orientando in questo modo la campagna elettorale stessa sui provvedimenti dell'esecutivo (vengono citati, ad esempio, gli 80 euro di sgravio Irpef) piuttosto che sulle tematiche oggetto della competizione elettorale per il Parlamento europeo.

"Ho presentato un quesito alla Rai sulla sovraesposizione del Presidente del Consiglio e del governo nel suo complesso nei tg e nei programmi di informazione della tv pubblica". Della stessa opinione anche il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico, che in un post pubblicato su Facebook ribadisce: "Nelle ultime settimane, che coincidono con l'inizio della par condicio - entra nel dettaglio - abbiamo assistito a una massiccia presenza di Renzi, e dei suoi ministri, nei notiziari e nei talk show Rai. Guardiamo per esempio la settimana che va dal 22 al 28 marzo (i comizi elettorali sono stati convocati il 18) con dati dell'Osservatorio di Pavia alla mano: il tempo destinato al governo è pari al 45,1% nei tg, al 29,2% nelle rubriche di approfondimento, al 18% nelle trasmissioni di informazione e al 50% nei programmi di Rai Parlamento. Anche con riferimento al periodo pre-elettorale (durante il quale l'Agcom raccomanda di osservare con particolare cura l'equilibrio delle presenze dei soggetti politici) il dato della sovraesposizione è evidente specialmente tenendo conto della sola presenza televisiva del Presidente del Consiglio".

Fico cita "un esempio per tutti: la puntata di Porta a Porta del 13 marzo che ha visto Renzi protagonista assoluto per due ore senza contraddittorio e senza traccia di provvedimenti governativi da illustrare in grado di giustificare uno spazio così esteso. Tutto questo ha portato a una sproporzione rispetto al tempo fruito da tutti gli altri soggetti politici, squilibri che non si giustificano semplicemente con esigenze di cronaca. Dall'entrata in vigore della par condicio, il Presidente del Consiglio avrebbe dovuto limitarsi all'informazione relativa alle funzioni istituzionali svolte e non a presenziare in tv con contenuti propagandistici".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
m5s
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.