A- A+
Palazzi & potere
La Rai si salva da Cantone....
Lapresse

Ma quanto è più moderno e più trasparente il codice appalti appena approvato dal governo Renzi. Poteri mai visti all’Anticorruzione di Raffaele Cantone, migliore organizzazione delle stazioni appaltanti, lotta ai conflitti d’interessi in nome dell’imparzialità delle commesse pubbliche, rating di legalità per le offerte, prevalenza del criterio del prezzo più basso, sanzioni per chi non denuncia le irregolarità. Tutto molto giusto, frutto di un grande lavoro del ministero delle Infrastrutture e di Palazzo Chigi. Peccato che all’ultimo, nelle disposizioni transitorie, una manina assai aspirata e ancora tutta da identificare abbia inserito un codicillo geniale: le nuove norme non si applicano alla Rai. Come se a Viale Mazzini scrive bonazzi sulla notizia, su cui indaga da mesi la procura di Roma proprio per una serie di appalti sospetti, non ce ne fosse bisogno.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rai
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.