A- A+
Palazzi & potere
Thank You For Smoking: pasticcio all'Italiana

Quando lo Stato deve raccattare soldi per porre rimedio alle sue inefficienze fa presto a prendersela con i nostri vizi.  E’ la solita contraddizione delle democrazie non Liberali: fumare fa male. Ti tasso così fumi meno. Ma più fumi più incasso, e provo - senza successo - a porre rimedio ai miei buffi.

 

Con la manovrina che la Commissione Bilancio della Camera si appresta a discutere, il Governo intende racimolare una cifra pari a 83 milioni nel 2017 e 125 milioni nel 2018 dalla tassazione delle sigarette. E’ una previsione, che come tale potrebbe risultare errata. La tassazione sul tabacco è molto complessa, e lì si annida il diavolo.

 

Così l’incremento fiscale potrebbe non colpire tutte le sigarette, ma solo le fasce di prezzo medio basse. In altre parole, alcune marche rischiano di subire la tassazione altre no.

 

Perché?  Chiedere al Governo.

 

Da un Governo di Sinistra - piuttosto - ci saremmo aspettati il contrario: tassa sui prodotti più cari.

 

Una soluzione meno gravosa per i cittadini e lo Stato (pieno di debiti), e più efficace ci sarebbe: distribuire l’accisa su tutti i prodotti del tabacco. Come? Con un aumento bilanciato dell’incidenza e dell’onere fiscale minimo che abbia un impatto equo per tutte le fasce di prezzo.

 

Ci sarebbero altre strade. Una per esempio, rimodulare le imposte di consumo sui liquidi delle sigarette elettroniche che contengono nicotina, cioè quei prodotti che in passato sono stati tartassati grossolanamente con risultati pessimi. Il gettito stimato risulterebbe fra i 100 e 120 milioni. Sempre di stima si tratta, ma è un settore che a diversità delle sigarette e con una tassazione magari meno pesante di quella attuale, si prevede in crescita. Inoltre si potrebbe allineare la tassazione dei prodotti di nuova generazione che utilizzano tabacco riscaldato, e che oggi godono di uno sconto all’Italiana del 50% per presunto minor rischio. E’ una lobby smart.

 

E’ una proposta che per altro introdurrebbe equità in un settore che sta sperimentando una profonda trasformazione. Una cosa non cambierà mai però: l’ottusità dello Stato.

Pietro Paganini

Tags:
statofumoliberalitassecompetere
Loading...
in vetrina
Meteo, estate addio. Arriva la piogge e perfino la prima neve. Crollo termico

Meteo, estate addio. Arriva la piogge e perfino la prima neve. Crollo termico

i più visti
in evidenza
Anime? Non solo cartoni animati Ponte culturale Giappone-Italia

Esteri

Anime? Non solo cartoni animati
Ponte culturale Giappone-Italia


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E, il SUV elettrico nato per i clienti europei

Ford Mustang Mach-E, il SUV elettrico nato per i clienti europei


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.