Ppe/ L'idea di Berlusconi: perché non accogliamo noi la Lega?

Venerdì, 19 giugno 2009 - 19:48:00

Ma perché non accogliere gli eletti della Lega nel Ppe? Loro sono dieci e noi 35 compresi quelli dell'Udc, potremmo diventare un gruppo ancor piu' forte. Un'idea buttata li', lanciata dal premier in alcuni conversari a Bruxelles: il Carroccio alle europee ha fatto il boom, ma ora non sa dove accasarsi e per questo il Cavaliere ha abbozzato un'idea suggestiva, quella di fare entrare gli esponenti della Lega nella grande famiglia del Partito popolare europeo.

Quasi sicuramente una 'boutade', certamente una proposta difficilmente attuabile, visto che i tempi di 'iscrizione' sarebbero lunghi e che sembra impossibile un semaforo rosso, sia da parte del Ppe sia da parte della Lega. Ma il ragionamento che avrebbe fatto il Cavaliere a margine del Consiglio europeo, sta innanzitutto a significare il forte legame tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi.

Berlusconi, racconta chi gli ha parlato, ha mostrato di aver particolarmente gradito la vicinanza del 'senatur' dopo gli attacchi giudiziari e le vicende che lo riguardano a Bari. E unire i destini del Pdl e della Lega anche a Bruxelles potrebbe portare maggiore forza a chi sta governando con stabilita' in Italia. Il Cavaliere ha terminato la due giorni di Bruxelles non nascondendo perplessita' nei confronti dei vecchi sistemi che portano avanti la macchina dell'Unione. Il premier in conferenza stampa ha voluto rilanciare di nuovo la candidatura di Mario Mauro alla presidenza dell'Europarlamento, candidatura mal vista in certi ambienti - ha spiegato Berlusconi - in quanto esponente vicino a CL che viene dipinto come un cattolico integralista mentre - ha fatto notare Berlusconi - nel Ppe la maggior parte e' protestante e diciamolo pure ci sono molti calvinisti.

La gara in vista del voto del 7 luglio e' comunque ancora aperta anche se Nicolas Sarkozy ha dato l'ok alla candidatura di Jerzy Buzek e i polacchi dicono di avere il 70% del partito al proprio fianco. Il premier cerchera' di giocare le ultime carte proprio con la Francia e la Germania ma intanto spinge anche su strade alternative. Sul tavolo c'e' la possibilita' di avere maggiori poteri per Antonio Tajani e la candidatura di Giulio Tremonti all'Eurogruppo ("una posizione buona") oltre alla nomina di Franco Frattini quale successore di Javier Solana. Per Mauro ci siamo mossi in ritardo, se non riuscissimo a portare a casa la sua candidatura avremo un grande credito, e' il 'refrain' di Berlusconi.
0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA