A- A+
Politica
E' sindaco per la terza volta. Muore durante i festeggiamenti

Era appena stato rieletto per la terza volta alla guida del Comune di Zambrone, in provincia di Vibo Valentia, ma è morto durante i festeggiamenti per la vittoria. Il sindaco Pasquale Landro, di 59 anni, è stato ucciso da un infarto che lo ha colpito mentre era in strada, nella frazione San Giovanni a festeggiare con i suoi concittadini. Soccorso, è stato trasportato all'ospedale di Catanzaro ma è arrivato già senza vita.

Il sindaco, nella lista civica Continuità Democratica, aveva ottenuto 698 voti, contro i 469 dello sfidante Corrado L'Andolina (lista civica Identità e Futuro per Zambrone). Era stato scelto dal 59,81% dei votanti. Subito dopo la riconferma, riporta Rete Calabria, Landro aveva ammesso di sentirsi stanco, era provato dalla campagna elettorale ma voleva lavorare ancora per la sua comunità.

Tags:
pasquale landro
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.