Regionali/ Verdini (Pdl) ad Affaritaliani.it: nessun accordo con la Lega. Da Bossi richieste eccessive

"Non c'è alcun accordo. Legittimamente loro chiedono e noi legittimamente riteniamo che le cose siano diverse". Il coordinatore nazionale del Popolo della Libertà, Denis Verdini, sceglie Affaritaliani.it per stroncare ufficialmente l'annuncio di Umberto Bossi ('Piemonte e Veneto sono della Lega')

Lunedì, 9 novembre 2009 - 12:58:00


denis verdini420
Denis Verdini
"Non c'è alcun accordo. E' una legittima richiesta che loro fanno, dobbiamo metterci a tavolino e lo faremo nelle prossime settimane per definire la questione. Legittimamente loro chiedono e noi legittimamente riteniamo che le cose siano diverse". Il coordinatore nazionale del Popolo della Libertà con la delega sulle questioni elettorali, Denis Verdini, sceglie Affaritaliani.it per stroncare l'annuncio di Umberto Bossi ('Piemonte e Veneto sono della Lega'). Sulle Regionali il braccio destro del premier spiega: "Come sempre ci metteremo a un tavolino e come sempre troveremo l'accordo. L'importante è vincere, non sono le candidature. Poi l'alleanza deve conseguire un'ulteriore vittoria elettorale come ha fatto negli ultimi tempi". Ma Verdini lancia un vero e proprio siluro al Senatùr. La richiesta del Carroccio è eccessiva? "Io ritengo che sia certamente eccessiva".

Regionali, Calderoli: Veneto e Piemonte ci spettano
 
“Non sono dei desideri campati in aria, ma delle precise richieste rappresentate nelle sedi opportune a Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini. Si tratta dell’esatta traduzione dei voti che abbiamo preso alle scorse elezioni europee rispetto al peso della popolazione del nord sul sistema paese”. È quanto dichiara Roberto Calderoli ministro per la Semplificazione normativa, rispondendo al Pdl che definisce le richieste della Lega sulle candidature di Veneto e Piemonte dei semplici desideri. “Non c’è nessun ricatto. Non vogliamo la luna, ma solo quello che ci spetta – continua il ministro -. Il minimo che ci sarebbe toccato sarebbe stata la Lombardia. Senza contare che il Veneto è una regione sicuramente vincente, ma per dimensioni non è certo la Lombardia. In Piemonte, poi bisognerà giocarsela fino in fondo per vincere. E Roberto Cota mi sembra il candidato più adatto. Qualcuno vuole forse dimenticarsi chi è passato dalle scorse elezioni dall’8 al 10 per cento? Chi ha vinto, ricordo, è stata la Lega. Gli altri semmai hanno perso qualcosa”. Alla domanda se la Lega non avrà sia il Veneto che il Piemonte rimetterà in discussione la conferma di Roberto Formigoni in Lombardia, Calderoli risponde: “Non vedo perché. Con Formigoni in questi anni devo dire che abbiamo lavorato bene e sarebbe giusto proseguire. Abbiamo il diritto di governare una regione di dieci milioni di abitanti. Ecco tutto”.

E se Berlusconi dirà no? “Penso che alla fine prevarrà il buon senso - continua Calderoli -. Anzi sono molto fiducioso e attendo con molta serenità l’incontro tra Bossi, Fini e Berlusconi questa settimana. Le soluzioni si trovano parlandosi e confrontandosi. Finora Berlusconi ha parlato solo come leader del Pdl. Vedrete che alla fine la Lega sarà il problema minore. Basterà mettersi a fare i conti. Piuttosto mi risulta che il Pdl abbia altri problemi con le candidature in altre regioni”. E sull´Udc? Carta bianca al premier? “L’Udc non è un problema nostro, ma di coerenza con gli elettori – afferma l’esponente della Lega -. Quelli pretendono di fare addirittura la politica dei tre forni. Stare all’opposizione del governo, presentarsi in alcune regioni alleati con il centrodestra e in altre con il centrosinistra. Anche Berlusconi dovrebbe prendere coscienza che fare delle alleanze a macchia di leopardo risulterebbe incomprensibile per il nostro elettorato. Ma credo anche per quello dell’Udc. Nelle regioni in cui l’Udc intende fare un’alleanza con il centrosinistra, dovrebbe spiegare al suo elettorato che intende allearsi con un partito come il Pd che non segue più la linea veltroniana. Ma quella, ad esempio, che è d’accordo con la sentenza della corte europea che chiedere di togliere il crocefisso. Mi chiedo: come può pensare un partito di cattolici di avere simili alleati?”.

Chi sarà in Lombardia il vice di Formigoni? “Ci sono diverse ipotesi – prosegue il ministro -. Potrebbe anche arrivare dall’esterno. Il suo compito sarà stimolare l’applicazione del federalismo fiscale nella regione più importante d’Italia”. Il dialogo con l’opposizione può ripartire dalla giustizia? “Sul federalismo fiscale all’inizio non ci voleva seguire nessuno, poi ci hanno seguito tutti. Il clima elettorale in vista delle elezioni regionali non ci aiuterà, ma dobbiamo provarci. Aiuta. Oggi il principale partito dell’opposizione ha un nuovo segretario che non invidio per le difficoltà che dovrà affrontare”. Cosa pensa la Lega del progetto allo studio per estinguere i reati del premier il più in fretta possibile? “Sono sempre stato convinto che tutti sono uguali davanti alla legge – conclude il coordinatore delle segreterie nazionali della Lega -, ma che anche la legge deve essere uguale per tutti. Credo che questo elemento può mettere in discussione le altre riforme vada risolto subito. Ci sono tante soluzioni costituzionali. Non esiste al mondo che tutto deve essere vissuto come uno scontro tra maggioranza e minoranza. Ciò che conta di più è la ragion di stato. Non si può negare che l’atteggiamento verso Berlusconi è cambiato dopo la sua discesa in politica. Prima era un santo. Poi è diventato un diavolo”.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA