A- A+
Politica
Regionali e Politiche: ecco i risultati elettorali


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)
 

Come finiranno le elezioni regionali del 31 maggio e le Politiche (se ci saranno) nel 2016 con la nuova legge elettorale? Affaritaliani.it pubblica in esclusiva le stime del sondaggista Alessandro Amadori.

Premessa: questi valori sono validi nel caso di affluenza bassa, sotto il 50%. Questo tipo di astensione è al momento molto probabile e punisce selettivamente in particolare Forza Italia.

Il Partito Democratico alle Europee del 25 maggio 2014 ha preso il 41,81%. "E' probabile che il Pd torni alla sua dimensione fisiologica. Le sette Regioni chiamate al voto sono un bel campione rappresentativo e penso che il Pd possa attestarsi sul 33-35%. Il dato dell'anno scorso è stato figlio di un'onda anomale. E' un errore considerare il 40% la base del Pd. Alle Politiche del prossimo anno, ovviamente se ci saranno, il partito di Matteo Renzi potrebbe ottenere massimo il 36-37% e quindi con l'Italicum non vincerebbe al primo turno".

E il Movimento 5 Stelle? Alle Europee aveva preso il 21,16%. "E' vero che il voto regionale e locale è meno favorevole per i 5 Stelle rispetto a quello politico, ma considerando la bassa affluenza e la mobilitazione dell'elettorato grillino, il M5S potrebbe rifare il 20% circa sia alle Regionali del 31 maggio sia alle eventuali politiche del 2016".

Forza Italia aveva ottenuto il 16,82% l'anno scorso. "E' uno zombie politico, un corpo senza vita. Quattro punti li perde di sicuro verso l'astensione. Oggi nei sondaggi non va oltre il 10-11%". La Lega nel 2014 si era fermata al 6,16% e "anche se alcune Regioni non solo tradizionalmente leghista (in Campania Salvini non si presenta nemmeno) il Carroccio potrebbe raddoppiare i voti, anche se la presenza delle liste dei Governatori (come la Lista Zaia in Veneto) potrebbe fermare l'ascesa della Lega". Comunque il dato corretto si troverà sommando la percentuale del Carroccio a quelle delle liste dei presidenti.

Alle eventuali Politiche del prossimo anno il Centrodestra, qualora fosse in grado di presentarsi con una lista unitaria, visto che l'Italicum non cosente le coalizioni, "potrebbe arrivare fino al 33-34%, qualche punto sotto il Pd di Renzi. Poi al ballottaggio se la giocherebbe con il premier e determinanti sarebbe il 20% circa dei grillini".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
regionali politiche previsioni amadori
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari

16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.