A- A+
Politica

Romano Prodi non e' il candidato al Colle di Pier Ferdinando Casini ma il leader dell'Udc pensa che "fra tanti candidati qualche possibilita' ce l'abbia". Sulle previsioni per il prossimo Capo dello Stato, Casini, alla Telefonata di Belpietro, osserva: "Io non dico niente per la semplice ragione che ho altre preoccupazioni, in questo momento. Se vuole una mia previsione, penso che certamente, fra tanti candidati o candidabili, Prodi qualche possibilita' ce l'abbia. Non sto parlando del mio candidato, perche' di candidati ne avrei degli altri, ma credo che con la tipologia di Parlamento che uscira' Prodi avra' delle possibilita'". "Sto facendo l'osservatore politico e non sto formulando valutazioni", precisa Casini a Belpietro.

"Noi non siamo delle crocerossine, anche se apprezziamo molto quel lavoro, soprattutto nelle zone di guerra". E' la replica del leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, all'ipotesi che dopo il voto si crei la possibilita' di andare in soccorso al Pd di Pier Luigi Bersani. "Il nostro compito e' fare politica e non saremo disponibili a fare coalizioni che non abbiamo un'impronta di serieta' e riformismo", ha ribadito Casini alla Telefonata di Belpietro. E sui rapporti fra i Democratici e Sel di Nichi Vendola, ha aggiunto: "Il Pd deve fare una riflessione vera perche' nella sua coalizione esistono componenti che dicono il contrario di quello che il Pd ha fatto in quest'anno".

L'Udc resta contrario ai matrimoni gay. Lo ribadisce il leader dei centristi, Pier Ferdinando Casini, alla telefonata di Belpietro su Canale 5. "Noi - come ha detto Monti - seguiamo la nostra coscienza e non credo cambieremo opinione indipendentemente da valutazioni che possono avere anche altri nella nostra coalizione. Riteniamo che il matrimonio sia tra uomo e donna, se poi i conviventi possono avere un riconoscimento di diritti e' altro capitolo".

Nessuna preoccupazione da parte del leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, se, nei sondaggi, la lista civica del premier Mario Monti cresce. "Sono candidato nella scheda gialla con la lista per Monti al Senato - e' la replica di Casini alla telefonata di Belpietro - Non sono preoccupato della crescita della lista Monti, lo sarei del contrario. Sono ben contento che cresca la lista Monti e so anche che nella scheda rosa", cioe' per la Camera, "il mio partito, l'Udc, avra' delle difficolta'. Ma sono un professionista e ho qualche anno di esperienza e queste cose le avevo messo in preventivo qualche mese fa".Con Monti, ha proseguito Casini, i rapporti sono "ottimi e abbondanti" ed e' "fuori dal possibile" l'idea di un gruppo autonomo al Senato. "Abbiamo firmato un impegno a fare gruppi per Monti e faremo i gruppi per Monti sia alla Camera sia al Senato, sia che pigliamo il 10 per cento sia - puntualizza - che pigliamo l'1%".

Tags:
casiniquirinaleprodi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.