Veronica Lario leader dell'opposizione

Lunedì, 4 maggio 2009 - 15:56:00

FORUM/ Il divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario sposterà voti?

Veronica Lario ha scelto l'avvocato di Beppino Englaro

Lario-Berlusconi, il padre di Noemi: io e Silvio siamo amici

Ecco la festa di Noemi Letizia: guarda le immagini

I sondaggisti/ Berlusconi divorzia ma non perde neanche un voto. E i rumor dicono che...

Caso Veronica/ Franceschini: complotto della sinistra? Premier patetico

Il commento/
Veronica offende gli italiani

Ma Veronica fa politica Di Pasquale Della Torca

Silvio-Veronica: un divorzio che in Usa non interessa. Le testimonianze


Divorzio Veronica-Berlusconi. "Sono addolorato"

Una vicenda delicata. Delicatissima. Ma che inevitabilmente finirà nella campagna elettorale per le elezioni europee. Il divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario non lascia indifferente l'opposizione. Anzi, le opposizioni. D'altronde è stato il premier il primo a parlare di "manipolazione" della moglie da parte della sinistra e dei suoi media. E non a caso Dario Franceschini ha rotto gli indugi e ha denunciato queste "frasi patetiche". Dal Popolo della Libertà arriva la replica secca del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti: "Qui di patetico c'e' soltanto Franceschini, perche' pensa ancora che gli italiani credono alle chiacchiere dei giornali, mentre invece stanno attenti alle iniziative concrete e alle realizzazioni di Berlusconi e
del governo". Per Daniele Capezzone Franceschini cerca di speculare sul possibile divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario. Ma forse, se proprio di divorzi vuole occuparsi, Franceschini farebbe bene a concentrarsi sul divorzio tra il Pd e gli elettori (anche quelli di sinistra), che sarà formalizzato il prossimo 6-7 giugno". "E' una questione privata - ha affermato il ministro e coordinatore del Pdl Sandro Bondi - e intima, che ha a che fare con la vita delle persone, che occorre che tutti rispettino".  


Veronica Lario con la figlia Barbara
GUARDA LA GALLERY


Però iniziano a levarsi le prime voci dalla minoranza. Sono le avvisaglie di quello a cui assisteremo nelle prossime settimane. "La signora Lario ha ragione, non possiamo far finta di nulla e nel Paese non possono restare i dubbi sulla natura dei rapporti tra il capo del governo e una minorenne". E' Rosy Bindi a ribadire che "il presidente Berlusconi deve fare chiarezza e stavolta non basterà dire che era tutto uno scherzo. In qualunque altro paese questa vicenda provocherebbe un sussulto di dignità delle istituzioni. Per molto meno un presidente degli Stati Uniti ha dovuto rendere ragione ai suoi concittadini". La vicepresidente Pd della Camera rileva che "il presidente del Consiglio ha un dovere di trasparenza e verità verso gli italiani a cui non può sottrarsi con depistaggi mediatici. Non siamo stati noi a interrogarci sulla moralità della vita privata del presidente del Consiglio. La ha fatto sua moglie che ha detto 'basta' e con coraggio ha chiesto a tutti di riflettere sul degrado della vita pubblica, sull'immoralità del potere e una politica trasformata in avanspettacolo".

Bindi dedica poi un passaggio della sua dichiarazione a una frase in cui è Berlusconi, nelle interviste comparse su alcuni quotidiani, a fare riferimento all'esponente Pd: "Berlusconi chiede il silenzio sulle sue vicende private. Però parla con i giornali e ripete la favola di una montatura della sinistra, condita anche con battute pesanti sulla mia persona. Non è la prima volta e, anche se ci sono gli estremi per esigere le scuse, non mi interessa. Non è né la mia carica né la mia persona che oggi devono essere risarcite". Vittoria Franco, responsabile nazionale pari opportunità del Partito Democratico, non ritiene affatto che la fine del matrimonio del presidente del Consiglio sia solo una questione privata. "Non si tratta di una vicenda privata, ma pubblica, perché la signora Berlusconi ha portato ragioni pubbliche di etica politica alla sua decisione", ha ricordato la senatrice in una nota. Quanto accaduto, poi, dimostra per Franco che "è necessario arrivare presto a una legge sul divorzio breve, perché certe vicende si concludano il più rapidamente possibile, tutelando il coniuge più debole". Il coniuge più debole, appunto, ovvero Veronica. Che potrebbe diventare ben presto la nuova bandiera anti-berlusconiana. Da utilizzare - con discrezione - contro il Cavaliere.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA