A- A+
Politica

Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)
 

napolitano 500

'Troppo tardi. Non ci sono più i tempi'. Secondo quanto Affaritaliani.it è in grado di rivelare sarebbe stata questa la risposta di Giorgio Napolitano a Silvio Berlusconi sull'eventuale concessione della grazia.

Il Cavaliere, spinto soprattutto da Angelino Alfano, pare che nei giorni scorsi si sia convinto a presentare attraverso i suoi legali la domanda al Presidente della Repubblica. A sondare il terreno presso il Quirinale sarebbe stato Gianni Letta, fedelissimo dell'ex premier e da sempre pontiere con il Colle, ma dal Capo dello Stato sarebbe arrivato un no.

Franco Coppi, legale di Berlusconi, contattato da Affaritaliani.it proprio sul tema della grazia, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. Probabilmente - spiegano ambienti parlamentari del Pdl - il Presidente ha anche voluto evitare ulteriori polemiche, in particolare considerando la fortissima contrarietà del Movimento Cinque Stelle alla grazia e i dubbi del Partito Democratico.

Proprio nei giorni scorsi il Cavaliere, dalle pagine del libro di Bruno Vespa, 'Sale, zucchero e caffè. L'Italia che ho vissuto da nonna Aida alla Terza Repubblica" (in uscita per Mondadori), aveva dichiarato che il Capo dello Stato era ancora in tempo per concedergli la grazia di sua iniziativa.

Negata la grazia da Napolitano si chiude la strada del dialogo voluta dal ministro dell'Interno. Ed ecco spiegata l'accelerazione di Berlusconi su Forza Italia. Tutto torna.

 

Tags:
berlusconinapolitano

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.