A- A+
Politica
Sondaggio Ixè, cala di due punti la fiducia in Renzi

Quanta fiducia hanno gli italiani nel governo e nei leader politici? Secondo un sondaggio realizzato dall’Istituto Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3), scende di un punto la fiducia degli italiani nel governo, che con il 49 percento resta comunque “altissima”, come sottolinea Roberto Weber, presidente Ixè. Per quanto riguarda la fiducia degli italiani nei leader politici, perde due punti Matteo Renzi, che scivola al 50 percento. Rimane stabile rispetto alla scorsa settimana il resto della ‘classifica’ dei leader più apprezzati dagli italiani: Matteo Salvini (19%); Beppe Grillo (18%); Silvio Berlusconi (16%); Angelino Alfano (12%).

“Nella mia esperienza di sondaggista - ha osservato Roberto Weber, presidente dell’Istituto Ixè - non ricordo un governo che abbia mantenuto una fiducia così alta per un tempo così lungo”.

Matteo Renzi riuscirà a portare a termine il programma dei mille giorni o si andrà al voto prima? Secondo un sondaggio Ixè per Agorà (Rai3), il 46 percento degli italiani è convinto che ci riuscirà, mentre per il 36 percento si tornerà alle urne prima della fine della legislatura.

Secondo l’87 percento degli elettori di Forza Italia, ora che Silvio Berlusconi è tornato sulla scena politica dovrà sostenere Matteo Renzi sulle riforme economiche. Ad esserne convinto è anche il 68 percento degli italiani. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto demoscopico Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3). “La posizione di opposizione al governo di Forza Italia – ha osservato Roberto Weber, presidente dell’Istituto Ixè – sta diventando piuttosto opaca agli occhi degli elettori”.

Occuparsi dell’emergenza lavoro dovrebbe essere la priorità del governo secondo il 61 percento degli italiani. Il 20 percento indica invece la necessità di abbassare subito le tasse, mentre per il 13 percento è prioritario tagliare i costi della politica. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto demoscopico Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3). Per il 3 percento degli italiani la priorità del governo dovrebbe essere realizzare le riforme costituzionali, mentre il 2 percento indica la modifica delle legge elettorale. “Al di là delle oscillazioni capillari, il lavoro resta il tema centrale per gli italiani – ha osservato Roberto Weber, presidente Ixè –. Ciò che emerge, comunque, è che, indipendentemente dalla soglia di preoccupazione molto elevata, la fiducia nel governo resta piuttosto elevata”.

Lavoro: servono più tutele o più flessibilità? Secondo il 52 percento degli italiani serve più flessibilità, mentre per il 48 percento sono necessarie più tutele. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto demoscopico Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3). “Il fatto che ci sia una spaccatura netta – ha osservato Roberto Weber, presidente dell’Istituto Ixè – è piuttosto ragionevole”.

Tags:
sondaggio ixe
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.