A- A+
Politica


“Credo che una persona soprattutto sia stata ad avere questo tipo di interesse. Penso che sia stato direttamente il Presidente Napolitano. E’ sempre entrato a gamba tesa nel quadro della politica italiana benché questo potere non gli sia assegnato dalla Carta Costituzionale. Rispetto le istituzioni e il Presidente, ma questi sono i fatti”.

Lo ha dichiarato Sonia Alfano, eurodeputato e presidente della Commissione Antimafia al Parlamento Europeo, ospite dell’ultima puntata del programma televisivo “KlausCondicio”, condotto da Klaus Davi e in onda su You Tube, visibile al link www.youtube.com/klauscondicio .

E a chi le chiede come avvenne questo affossamento? “Un pezzo di Partito Democratico sabotò da subito le trattative di Bersani con il Movimento Cinque Stelle. Io le ho le prove di questo boicottaggio. Basta leggersi le dichiarazioni che facevano allora”.

“Mentre Bersani – incalza l’On. Alfano - si dava da fare per costruire un governo alternativo, si scontrava con pezzi del partito che trattavano con il PDL, da prima ancora della campagna elettorale. Le posso garantire che diversi componenti del PD avvicinavano deputati M5S perfino in aula per dissuaderli ad andare avanti nella trattativa con Bersani, dicendo loro che non sarebbe servito a nulla perché loro avevano il pallino in mano”.

Tra i grillini il numero dei cosiddetti dissidenti sta crescendo. Oscilla in base agli umori della politica. Comunque possiamo già parlare di un numero ‘utile’. Le posso assicurare che un numero utile per la fiducia c’è, c’era già prima. Siamo a ben oltre 10, direi 15”.

Lo ha dichiarato Sonia Alfano, eurodeputato e presidente della Commissione Antimafia al Parlamento Europeo, ospite dell’ultima puntata del programma televisivo “KlausCondicio”, condotto da Klaus Davi e in onda su You Tube, visibile al link www.youtube.com/klauscondicio .

Alla domanda di Klaus Davi “Sono pronti a votare per un Letta bis?”, l’eurodeputata ha poi risposto: “Più che per un governo Letta bis, parlerei di senatori disposti a discutere alcuni punti imprescindibili sulla base dei quali costruire una intesa col PD”.

E, alla ulteriore domanda di Klaus Davi “Sono più di dieci?”, Sonia Alfano ha risposto: “Sì, decisamente di più. Le aggiungo che un gruppo autonomo al Senato potrebbe già contare su 20 componenti. Questi 20 da sempre si incontrano con componenti del PD. Mi auguro che, però, questa scissione non avvenga. Sarebbe un vero peccato. I dissenzienti sono molti, ma sono in difficoltà perché dal PD non arrivano i segnali che si aspetterebbero. Non vedono la mano tesa verso obiettivi di condivisione. Ma, sia chiaro, non vorrebbero uscire. Si tratta di senatori e deputati anche spinti dalle pressioni della base grillina costituita anche da artigiani, imprenditori, gente comune che sta male e che non capisce il senso di questo fondamentalismo e ne chiede conto. Parliamo pur sempre di una base elettorale del 25% dei voti. Quindi non solo un voto di protesta. Le aggiungo che almeno il 20% di senatori e deputati non si ricandiderà più, visto il clima”.

“Guardi, c’è terrore a criticare Grillo e Casaleggio perché, se lo fai, vieni coperto da insulti. Per questo sono ancora pochi senatori e deputati che nel movimento escono allo scoperto. Io stessa quando abbozzo qualche critica politica ricevo minacce di morte. Il la viene dato da parlamentari o esponenti grillini. Ho fatto vedere alla polizia decina di mail di insulti e minacce. Le cose più carine e tranquille sono quelle di poter spendere tutto quello che guadagno per medicinali da destinare ai miei figli. O ancora ‘fatti gli affari tuoi perché ti veniamo ad ammazzare’”.

E’ quanto rivela Sonia Alfano, eurodeputato e presidente della Commissione Antimafia al Parlamento Europeo, ospite dell’ultima puntata del programma televisivo “KlausCondicio”, condotto da Klaus Davi e in onda su You Tube, visibile al link www.youtube.com/klauscondicio .

“La gente che oggi accusa e minaccia – prosegue l’eurodeputata - è arrivata nel movimento da poco. Perché gli storici che sono dentro al movimento non si sarebbero mai permessi. Parlo quindi non di grillini della prima ora, ma di ex berlusconiani o ex leghisti neofiti che ora si permettono questi toni talebani”.

E, alla domanda di Klaus Davi “Chi li aizza?”, Sonia Alfano ha risposto: “Grillo non mi ha mai attaccata in maniera diretta, però vengono sguinzagliati alcuni personaggi anche alla Camera che mi attaccano. A seguito di questo vengono aizzati nella rete personaggi che pensano che la loro vita si esaurisca battendo insulti e minacce su una tastiera”.
 

Tags:
sonia alfano
in evidenza
Ludovica Pagani incanta Cannes Forme mozzafiato e abito Missoni

Il suo look infiamma la Croisette: FOTO

Ludovica Pagani incanta Cannes
Forme mozzafiato e abito Missoni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.