A- A+
Politica
Spread, Acerbo (Prc): "Basta col ricatto. Difendiamo la democrazia"
antonio acerbo

«L'ultima volta che l'Italia ha subito il ricatto dello spread - dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista - Sinistra Europea - ci siamo ritrovati il governo Monti, con le sue misure antipopolari, che hanno anche prodotto l'aumento del debito pubblico del nostro paese. Questa volta vogliono propinarci un governo Cottarelli per proseguire l'opera? No, grazie! Basta con queste manovre per condizionare la vita democratica dei paesi europei».

Tags:
spreadacerbo (prc)
Loading...
in vetrina
Pechino Express 2020 ottava puntata: 4 coppie nella Silicon Valley della Cina

Pechino Express 2020 ottava puntata: 4 coppie nella Silicon Valley della Cina

i più visti
in evidenza
Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
Il taglio di capelli fa da te? Attenti al... risultato finale

Coronavirus vissuto con ironia

Il taglio di capelli fa da te?
Attenti al... risultato finale


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Volkswagen e-Bully, l’icona degli anni 60 diventa elettrico

Volkswagen e-Bully, l’icona degli anni 60 diventa elettrico


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.