A- A+
Politica

"La societa' civile deve far sentire la sua voce perche' solo chi vive i problemi sulla sua pelle puo' contribuire a trovare una soluzione". Lo ha detto Antonello Pirotto, operaio dell'Eurallumina, oggi a Cagliari nel corso di una conferenza stampa convocata per presentare i candidati per la Sardegna, della lista Rivoluzione Civile, Ingroia. Pirotto, che intende presentarsi alla Camera con il suo casco da lavoro, diventato ormai simbolo della lotta degli operai del Sulcis afferma che "il politico di professione non ha la visione reale della crisi perche' non la vive". Pirotto ha infatti garantito che "anche in parlamento restera' un operaio". Secondo l'operaio dell'Eurallumina che ebbe il suo momento di celebrita' per il duro scontro verbale, in tv, con l'ex ministro leghista Castelli, "la Sardegna, fulcro della crisi, puo' diventare un laboratorio per creare un nuovo modello di sviluppo". "La nostra rivoluzione civile e' per la difesa del lavoro", ha concluso Pirotto. E sull'importanza di un'alleanza tra buona societa' civile e buona politica, ha incentrato il suo intervento anche Salvatore Lai (Idv) che ha presentato i candidati: tra questi anche Luigi Manca, altro operaio, e Guido Cadoni, un insegnante precario.

Tags:
sulcisoperaioingroia

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.