A- A+
Politica
Marketing

Da quando Beppe Grillo e il Movimento 5 stelle sono apparsi sulla scena della politica italiana, fiumi di inchiostro sono stati versati per raccontare la genesi e le peculiarità della più grande novità degli ultimi 20 anni d'Italia. Nessuno l'ha però mai fatto come Alberto Mattiacci, docente universitario che ha preso spunto dal successo elettorale grillino alle politiche del 2013 per inventarsi un romanzo di scenari politici immaginari successivi all'avvento dei Cittadini portavoce nei Palazzi del potere.

Tutto inizia con una Bic Verde, due uomini, (immaginate chi sono) che disegnano su una lavagna un percorso strategico: mettiamo sapientemente in circolazione chi per i partiti non esisteva più e non votava più; la rabbia di un paese che soffre realmente; rottamiamo con la Rete, nuovo soggetto sociale come poi si sentirà dire a Cernobbio, la vecchia comunicazione destinata a scomparire. Puntiamo sul nuovo sogno la Rete e la sua tela infinita crea il contatto istantaneo che diventa la democrazia in diretta, la net democrazia e facciamo il pieno di voti, così è andata alle elezioni politiche.
 
Poi dopo il successo c’è la realtà che si muove ed entra in gioco la capacità di fare politica di Grillo e soci. Traspare con chiarezza in ogni dichiarazione, presa di posizione e comportamento che la linea è insistere sul crollo dell’economia italiana, le incertezze e la rabbia di chi, e sono i giovani e milioni di persone, che non vedono un futuro: Pdl e PD , simbolo dei partiti, sono i responsabili ci hanno condotto in questa situazione e sono la rovina del paese perché convergenti in una sciagurata politica di default. Via la vecchia politica e i politici come unica possibilità di salvezza.
Solo Il Movimento 5 stelle può far sperare in una società diversa, meno arrogante, più vicina e meno elitaria, più generosa e meno egocentrica, perché in Rete. Un mondo più verde, più giusto, più rispettoso del lavoro,degli uomini e delle cose, più responsabile, più felice. Che bel programma per vincere ancora.

 

Un racconto di marketing politico
Questo libro è una piccola invenzione di fantasia che si basa su un fatto realmente accaduto: la straordinaria affermazione elettorale del Movimento 5 Stelle alle politiche italiane del 2013.
 
Dove nasce questo Libro

Questo libro nasce, di fatto, in un’aula universitaria della Sapienza di Roma -la Università dove Alberto Mattiacci insegna- in un mattino di marzo: quelle elezioni del 2013 erano appena terminate e tutti ci si chiedeva che cosa avrebbero significato per il Paese.
 Le elezioni sono un mercato?
È il caso di successo di un’offerta nuova lanciata su un mercato particolare dove: i clienti sono gli elettori; i concorrenti sono le varie offerte politiche delle liste; l’obiettivo è comune: conquistare la scelta dei clienti/elettori.
Il marketing politico è antipolitica?
L’autore non condivide il pensiero di chi derubrichi il MoVimento a mera “antipolitica”. E’ convinto che il Movimento certifichi il grande amore che nel nostro Paese c’è per la politica. Se dietro ci sia poi, effettivamente, un progetto di marketing lo ignora assolutamente e, tutto sommato, poco (o nulla)’ gli importa.
Il marketing fa vincere le elezioni
Nella competizione per il consenso elettorale, se entrano in campo le strumentazioni analitiche del marketing, chi le usa è molto probabile che vinca. Ciò accade non perché questi disponga di sottili e subdole armi di persuasione, ma perché sa entrare in sintonia con le persone.
Il marketing è poco (e male) noto
La gente, i politici, i giornalisti, spesso gli stessi imprenditori, non sanno cosa realmente significhi marketing. Ridurre il tutto a una mera tecnica di persuasione, mi pare come pretendere che un bimbo di due anni capisca cos’è un elefante parlandogli solo delle zanne.

Alberto Mattiacci
VE LO DO IO IL MAR(CHE)TING!
Pagine 142-Euro 12,00
Fausto Lupetti Editore
l'Autore, Alberto Mattiacci è ordinario di Economia e gestione delle imprese alla Sapienza di Roma

 

Tags:
"ve lo do io il mark(ch)eting"

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.