A- A+
PugliaItalia

Da Barletta a Molfetta e ritorno: la sfida delle urne raddoppia e dopo le Politiche di febbraio toccherà tenere le schede elettorali a portata di mano. Il Ministero dell’Interno ha reso note, infatti, le date delle prossime Amministrative, il cui primo turno si terrà il 26 e 27 maggio, per poi andare al ballottaggio, se necessario, il 9 e 10 giugno: una tornata da otto milioni di elettori e 652 amministrazioni comunali, che anche in Puglia vedrà districarsi più di un nodo.

azzollini antonioBARI, DA MOLFETTA AD ACQUAVIVA E IL "CASO MODUGNO" – Fatto salvo il capoluogo, nel quale la successione a Michele Emiliano è legata a doppio filo all’eventuale trasferta capitolina del Governatore Vendola, ma con la data del 24 febbraio prossimo a fare da termine ultimo per riconsegnare la fascia tricolore e poter votare entro l’anno, più di un’amministrazione arriva alla contesa elettorale senza aver terminato il mandato. È il caso di Molfetta, il cui Sindaco Antonio Azzollini si è dimesso lo scorso ottobre per tentare la corsa alla riconferma in Senato tra le fila del Pdl; quinto posto in lista per lui e la designazione dell’ex presidente del Consiglio comunale Nicola Camporeale, per la nomination azzurra alla successione.
 
dsc 1137Al voto anche Acquaviva, dove Francesco Squicciarini, a capo di una Giunta di centrosinistra dal 2010, ha lasciato la guida di Palazzo de Mari ad inizio anno, battendo sul tempo i rumours che davano per certa una raccolta di firme tra i consiglieri per sfiduciarlo, confermata peraltro dai duri interventi in quella direzione degli esponenti della maggioranza Morano, Tria e Caporusso. A scadenza naturale sono giunte le squadre di Governo di Monopoli e Noci, con il Sindaco Pietro Liuzzi rientrato in zona Cesarini tra i candidati del Pdl a Palazzo Madama; e a precederlo di qualche posizione è anche Gino Perrone di Corato, nella cui città il centrosinistra ha fissato per il 10 marzo le primarie per scegliere il competitor per Palazzo di Città; alle urne anzitempo anche Valenzano, mentre resta aperto il “caso Modugno”, al centro della bufera giudiziaria che ha travolto il primo cittadino Mimmo Gatti e il suo predecessore Pino Rana, arrestati dalla Guardia di Finanza insieme ad alcuni consiglieri con l’accusa di concussione in materia di concessioni edilizie: dal Viminale però, ancora non sciolgono la riserva sulla data della consultazione.
 
Carlucci9BAT, A BARLETTA IL PD ALLA PROVA DEL DOPO MAFFEI – Nella Provincia a tre teste, testa di serie della tornata è Barletta: sicuramente della competizione non faranno parte gli otto consiglieri democratici che, insieme ad altri quattro di maggioranza e sette di opposizione, si erano dimessi in blocco lo scorso ottobre, decretando la fine anticipata dell’amministrazione Maffei: quindici i mesi di sospensione decisi per loro dalla Commissione di garanzia, non senza qualche malumore. E se più di qualcuno nel centrosinistra non esclude una discesa in campo di Ruggiero Mennea, consigliere regionali autosospesosi dal gruppo Pd dopo il j’accuse al partito sulle deroghe per le Politiche, nel centrodestra è già sul tavolo la candidatura dell’assessore provinciale al Bilancio Dario Damiani. Ad ogni modo rumours attestati parlano di novità a tema entro una decina di giorni. Intanto si prepara alle urne anche Margherita di Savoia, che ha visto l’azzeramento della Giunta da parte di Gabriella Carlucci dopo soli due anni e mezzo di gestione.
 
FOGGIA – Nove i comuni al voto in Capitanata, da Bovino a Peschici, compresi Vico e San Nicandro. Nel primo caso non ha retto la maggioranza di Pierino Amicarelli, a meno di sei mesi dall’insediamento: “Contrasti interni ai consiglieri comunali non mi consentono una navigazione tranquilla”, aveva spiegato. Nel secondo, il Sindaco Monte ha lasciato ad un anno e mezzo dall’elezione, condizione non semplice se si aggiunge lo stato di dissesto finanziario dichiarato dal Commissario che ne ha assunto le funzioni. 
 
LECCE – Si rinnovano le amministrazioni di Alezio, Giurdignano, Monteroni, Montesano, Salve, San Donato, San Nicola, Santa Cesarea, Sponzano, Squinzano, Surbo e Vernole.
 
TARANTO, ANCHE MANDURIA AL VOTO? – Sei i fronti aperti del tarantino: Pulsano, Leporano, San Marzano, Palagianello, Lizzano e Crispiano. Non si sa ancora, invece, se andranno alle urne anche i cittadini di Manduria, senza la maggioranza di centrodestra che ne aveva tenute le redini ma sul cui Consiglio aleggia lo spettro dello scioglimento per mafia.
 
BRINDISI, SAN DONACI E CAROVIGNO – Non serviranno due turni per affidare la fascia tricolore a San Donaci, che conoscerà il nome del primo cittadino già nella notte di lunedì 27 maggio. Prima volta al ballottaggio, in compenso, per Carovigno, città dell’uscente Vittorio Zizza, rientrato in extremis nella pattuglia di amministratori del Pdl in dirittura d’arrivo a Palazzo Madama. Per lui la nona posizione in lista, il cui seggio scatterebbe solo in caso di vittoria al Senato.
 
(a.bucci1@libero.it)
 
Tags:
amministrative2013elezionirumourspdpdlpugliacomunimolfettasindacoacquavivabarlettasan donacimandurianocimodugnogatti
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.