A- A+
PugliaItalia
Arresti domiciliari per il Procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo

L'operazione che oggi ha portato all'arresto ai domiciliari del procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, di un ispettore della Polizia di Stato, Michele Scivittaro, in servizio presso la Procura di Taranto, e di tre imprenditori pugliesi, Giuseppe, Cosimo e Gaetano Mancazzo, parte dalla denuncia che una giovane pm di Trani, Silvia Curione,  aveva presentato sui fatti contestati agli indagati.

Capristo1

Al Procuratore verrebbe addebitato l'aver cercato di indurre il pm di Trani, Silvia Curione, a perseguire ingiustamente una persona per usura, facendo temere al magistrato ritorsioni sul marito, il pm Lanfranco Marazia, suo sostituto alla Procura di Taranto. Anche l'ex procuratore di Trani, Antonino Di Maio, è indagato per abuso d'ufficio e favoreggiamento.

La collaborazione della Curione ha permesso alla magistratura lucana, come spiegano dalla Procura di Potenza, di sviluppare le indagini sfociate nelle misure cautelari. Peraltro, la vicenda processuale, dopo la denuncia della giovane pm, era stata direttamente trattata dal procuratore di Trani dell'epoca, che ne aveva chiesto l'archiviazione. 

Curione1

In seguito, però, per l'infondatezza della richiesta di archiviazione decretata dal gip di Trani, l'indagine era stata avocata dalla Procura Generale di Bari, che la trasmise per competenza alla quella di Potenza un anno fa.

Inoltre Capristo e Scivittaro sono stati ritenuti dal gip gravemente indiziati anche per truffa ai danni dello Stato e falso, per aver falsificato ideologicamente la documentazione relativa alla presenza, per ragioni lavorative, presso la Procura di Taranto, del poliziotto, distaccato dalla Questura alla Procura ionica.

Trani palazzo giustizia

Dalle indagini emergeva che Scivittaro con l'avallo del procuratore Capristo, che controfirmava le sue presenze in servizio e i suoi straordinari mai prestati, anziché lavorare negli uffici della Procura o nell'interesse dalla Procura di Taranto, rimaneva a casa o si occupava di faccende di tipo personale o, anzi, le avrebbe sbrigate nell'interesse proprio di Capristo.

Eseguite anche perquisizioni presso le abitazioni e luoghi di lavoro degli indagati nonché di altre persone e dell'altro magistrato, nei cui confronti la Procura di Potenza procede a piede libero per abuso d'ufficio e favoreggiamento personale.

Loading...
Commenti
    Tags:
    arresti domiciliari procuratore tarantocarlo maria capristopotenza tribunale
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Premio EER, digitalizzazione e diritti per donne e studenti, aiuti a imprese
    Boschiero Cinzia
    Riapre Torre Branca al Parco Sempione. Il più bel panorama di Milano
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Genitori che litigano (e si spintonano): quali conseguenze sui figli?
    di Maria Grazia Persico
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.