A- A+
PugliaItalia
massimo ferrarese 1

Lo fa tramite un post pubblicato direttamente sulla sua pagina ufficiale di Facebook. Massimo Ferrarese scioglie le riserve e conferma la sua scelta di accettare la candidatura al parlamento con l'Udc.

Ecco quanto dichiarato da Ferrarese, come commento a un video in cui Berlusconi parla, durante la trasmissione “Porta a Porta”, degli accordi con la Lega e del beneplacito dato dai governatori del Sud militanti nel suo partito: “L'accordo tra Berlusconi e la Lega, che garantisce piu' introiti al nord, conferma la volonta' di continuare a penalizzare il Sud".

"E, quel che e' piu' grave, questo patto e' avallato da chi il sud dovrebbe tutelarlo perche' e' la sua terra. Un tradimento questo nei confronti di tutti i cittadini pugliesi. Accetto di candidarmi per difendere la mia gente da questo grande tradimento”.

La stoccata a Raffaele Fitto, che le cronache indicano come il tessitore della ricucitura del Cavaliere con la Lega di Maroni, apre la lunga compagna elettorale anche di Massimo ferrarese.

 

Tags:
ferraresebrindisiudcparlamento
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.