A- A+
PugliaItalia
NCD - Di Paola, Comune e circoscrizioni La stretta finale sull'accordo


 

di Antonio Bucci

Bari – Ad un passo dall’accordo. Nell’altalena di umori e prese di posizione del centrodestra, l’intesa tra gli alfaniani e Mimmo Di Paola sembra tornata vicina: è quanto emerge dall’incontro tra la delegazione guidata da Massimo Cassano, con Mario Ferorelli, Tato Greco e la pattuglia di consiglieri comunali e l’entourage dell’ingegnere di Impegno Civile, arrivato al tavolo con pieno mandato sulle alleanze affidato direttamente dai forzisti. “Mi ritengo assolutamente soddisfatto, abbiamo parlato di programma di prossimità'', ha commentato Di Paola, ma va da sé che gli ostacoli che restano sul terreno sono tutti eminentemente politici, dai Municipi all’eventuale squadra di governo e su quelli sarà trattativa.

Ultimatum Ncd, a Di Paola mandato sulle alleanze/ Ncd, al voto con Monteleone? / Ncd rinuncia alle primarie e convention unitaria per Di Paola?/ L’ipotesi di “primarie leggere”

Senza dubbio sono stati fatti passi in avanti”, apre ottimista lo stesso Cassano, dopo le bordate del weekend e la pistola fumante dell’ultimatum sulle 48 ore a disposizione per riaprire i giochi, “però ci sono questioni, da noi ritenute fondamentali per portare il centrodestra alla vittoria, che devono essere affrontate e risolte nel più breve tempo possibile”. Novanta minuti di faccia a faccia, almeno formalmente scanditi dai punti del programma -  trasporti, servizi, Bari internazionale, fiera del levante - e la speranza palesata dall’ex ad di Aeroporti di Puglia, di poter formalizzare l’endorsement già nelle prossime ore. Intanto, la richiesta di una pausa “di riflessione” per “cortesia istituzionale” nei confronti degli alleati. Ovvero il tempo necessario per sondare gli azzurri e Raffaele Fitto e capire quali siano lo spazio di manovra e le leve da poter muovere per stringere i bulloni dell’alleanza. A partire dalla carica eventuale di vicesindaco, tutt’altro che semplice da assegnare, dal momento che, se da un lato costituirebbe una contropartita importante per il gruppo di Monteleone, dall’altro i forzisti potrebbero reclamarla per blindare l’autonomo Di Paola. Senza contare l’ambizione dei Fratelli d’Italia allo stesso ruolo. Non un ostacolo insormontabile, in compenso, una volta aperto il risiko di comune accordo.

Commissione su nome e programma/ Di Paola: "Io fuori da logica di partito"/ Di Paola: no alle primarie, Ncd attacca /Di Paola cauto su Primarie/FI lancia Di Paola, Ncd su Monteleone/ Ncd in Comune, FI contro/ Cassano punge Fitto: accordo con Ferrarese

“Non chiediamo e non faremo mai una campagna elettorale che promette mille per ottenere uno”, chiosano dal partito di Alfano, “se questo laboratorio di rottura rispetto al passato, vorrà essere condiviso e concertato nel suo metodo di azione, per noi non ci saranno problemi a convergere su una candidatura unitaria delle forze moderate e liberali della città”. E nelle prossime ore le novità non mancheranno.

 

Tags:
di paolancdaccordocassanocomunalifitto
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.