A- A+
PugliaItalia

 

consales candidatoBrindisi – “Un approfondimento sul percorso politico - amministrativo seguito dall’Amministrazione”. È la definizione che Mimmo Consales usa per definire la verifica di maggioranza chiesta da Udc e Noi Centro e la crisi di Giunta aperta nelle ultime ore: slitta a lunedì il vertice convocato a Palazzo Nervegna per chiudere il braccio di ferro con i centristi, al quale dovrebbero prendere parte segretari cittadini, provinciali e capigruppo. Non il primo cittadino, probabilmente, che ha ribadito in mattinata il proprio giudizio positivo sull’operato della squadra di Governo “visto che, dopo una necessaria fase di rodaggio, stiamo affrontando i problemi più impellenti che attendono risposte certe e concrete. Anche su questo però così come sul programma della coalizione”, ha precisato, “attendo indicazioni da parte dei partiti a cui riconosco un ruolo fondamentale”.
 
 
Una coalizione che, stando alle parole del successore di Mennitti, non è in discussione e non cambierà: “Non ritengo perseguibile alcuna alternativa rispetto alla coalizione con cui ci siamo presentati al giudizio dei cittadini”, ha blindato i suoi, smentendo in toto rumours e supposizioni circolate che lo volevano pronto a tirare dritto, ripresentandosi in Consiglio con una virata a sinistra in caso di mancato accordo con casiniani e “gruppo Ferrarese”, forte anche di potenziali ingressi in maggioranza proprio da quest’ultimo a suo sostegno. Dal centro, intanto, mediano e c’è chi è pronto a scommettere che, oltre al posto di vicesindaco, tra i nodi da sciogliere ci sia anche la delega all’Urbanistica per un fedelissimo dell’ex presidente della Provincia. Sarà trattativa fino alla prossima settimana, dunque?
 
Dall’opposizione aprono il fuoco e accelerano su elezioni anticipate già ad aprile o maggio: “Oggi Consales e la sua amministrazione sono precipitati sotto tutti i punti di vista e questo fa male alla città”, ha mandato a dire il capogruppo Pdl Mauro D’Attis in conferenza stampa congiunta con tutto il centrodestra. “Il nostro ruolo resta di opposizione, non siamo disponibili a rattoppare continuamente le falle di questa maggioranza: se il Sindaco e i suoi sanno già che non ci sono le condizioni per andare avanti consegnino alla città la possibilità di nuove elezioni visto che siamo in tempo per votare subito, senza l'arrivo del Commissario”, manda a dire, persuaso che, nel caso in cui non si dovesse riuscire ad evitare la reggenza temporanea la responsabilità ricadrebbe “su chi ha avuto il mandato da parte dei cittadini di governare”, pur tendendo la mano su provvedimenti condivisi come il Pug. “Non è mai successo che una crisi si apra al buio in piena campagna elettorale”, gli ha fatto eco Giampiero Pennetta di Movimento Regione Salento, parlando di “implosione dei due gruppi più importanti della maggioranza”. E quale sarà lo spazio di manovra a disposizione dell’ex corrispondente Ansa per ricompattarla lo scopriremo solo nei prossimi giorni.
 
(a.bucci1@libero.it)
 
Tags:
consalessindacobrindisimaggioranzaudccrisinoi centroferrarese
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.