A- A+
PugliaItalia

 

mimmo consales sindaco brindisiUPDATE ORE 11,00 Azzerata formalmente la Giunta, la comunicazione da Palazzo Nervegna: "Il sindaco Mimmo Consales ha dichiarato formalmente concluso, attraverso gli atti conseguenti, l’operato della Giunta municipale. Nelle prossime ore sarà data comunicazione ufficiale relativa alla nascita del nuovo Esecutivo"

 

Brindisi - Dopo l’ultimo colpo di coda dei centristi di Udce Noi Centro sulla richiesta, poi revocata, delle quattro deleghe esterne per altrettanti consiglieri e l’invito alle dimissioni piovuto dall’opposizione, Mimmo Consales può chiudere tanto la verifica di maggioranza quanto la crisi di Giunta a Palazzo Nervegna: oggi la nomina della nuova squadra, poi, la convocazione “con urgenza” del Consiglio Comunale “per spiegare alla città cosa è accaduto e per illustrare il rinnovato Patto politico e programmatico di governo”..

 
 
Un Esecutivo, per la verità, non troppo dissimile da quello che lo aveva preceduto. A fare le spese dell’azzeramento sono stati il vicesindaco, la casiniana Paola Baldassarre, che prima di lasciare l’incarico, per autotutela ha ritirato le firme dalle delibere sotto i riflettori della magistratura in merito ai casi News e Motumus, l’azienda responsabile dell'attività di ufficio stampa per il Comune e l’associazione a capo delle attività culturali natalizie ed estive nel 2012. Al suo posto entra Raffaele Iaia, occupando però l’assessorato alle Attività Produttive e lasciando la poltrona di numero due della Giunta ad Enzo Ecclesie (Noi Centro), già titolare dei Lavori Pubblici. Cambio anche alla Programmazione economica, con Cannalire che lascia in favore di Miglietta, rimanendo ugualmente tra gli scranni del Consiglio come primo dei non eletti. Ed infine avvicendamento anche all’Ambiente, finora del Repubblicano Antonio Nacci, per nulla restio a sparare ad alzo zero sul primo cittadino, sulla cui decisione ha dichiarato: “Dovrà darmi conto per questa sua scelta sia sul piano personale che politico, e chissà, forse anche davanti all’autorità giudiziaria”, ottenendo, così, una querela promessa dal diretto interessato.
 
Quindi la questione delle deleghe, alle relazioni internazionali, l’impiantistica sportiva e l’edilizia scolastica, i servizi cimiteriali e le imprese, chieste dai centristi per coadiuvare l’opera dei titolari dei dicasteri e “impegnarci ancora di più al rilancio di questa amministrazione”, hanno spiegato, prima di far rientrare la questione. “Occorre dare forza e maggiore coesione all'alleanza Udc-Pd. La città ha bisogno di maggiore trasparenza e confidiamo nella bravura del suo sindaco Consales, che farà in modo di creare un'alleanza più stretta tra i due partiti di governo”, aveva mandato a dire il presidente regionale dello scudocrociato Ruggeri, ma non è detto che basti a quietare gli animi: da Brindisi Bene Comune Riccardo Rossi ha chiesto all’ex corrispondente Ansa di lasciare la fascia tricolore per “senso di responsabilità” nei confronti della città, caustico sull’esito della crisi: “Nessun nuovo programma, nessuna svolta politica, ma solo distribuzione di poltrone”. E dal centrodestra aspettano solo l’ufficialità per aprire il fuoco.
 
Aggiornato: 11 febbraio 2012
(a.bucci1@libero.it)
Tags:
consalesbrindisisindacogiuntacrisiferrareseudcpugliaelezioni
i blog di affari
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.