A- A+
PugliaItalia
Covid-19, Lopalco: ‘Più tamponi sì, ma con criteri dettati dalla scienza’

Il prof. Pier Luigi Lopalco responsabile del coordinamento epidemiologico della Regione Puglia, risponde alle sollecitazioni dei sindacati di Polizia e del presidente Ordine dei Medici, in merito all'utilizzo richiesto di tamponi.

lopalco1

“La richiesta di avviare programmi di screening di massa per la ricerca del virus SARS-CoV-2 con tecniche di biologia molecolare (il cosiddetto tampone), seppur comprensibile in un momento di pressione come quello che stiamo vivendo, non è comunque sostanziata da alcuna evidenza di efficacia".

"La ricerca a tappeto del virus in una platea di soggetti asintomatici - sottolinea Lopalco - non è utile né come mezzo di prevenzione della diffusione del virus in ambito ospedaliero, né come tutela della salute dell’operatore. Il tampone rileva il virus, con un certo livello neanche ottimale di sensibilità e specificità, solo in coloro che in quello specifico istante sono portatori del virus".

Senza titolo 1

"La finalità dell’esame - spiega Lopalco - è dunque quella di fare diagnosi di COVID-19 in caso di sospetto. Il sospetto può essere legato o alla presenza di sintomi suggestivi o di confermato contatto con un caso accertato di COVID-19 per escludere l’avvenuto contagio. Con una tale strategia di ricerca, attualmente in Puglia si riesce ad ottenere un livello di positività al tampone intorno al 5%".

"Fra i soggetti positivi, ricercati con i criteri sovra esposti - aggiunge ancora il professore - un terzo circa dei sospetti è asintomatico. Andando a ricercare i positivi con un criterio comunque allargato ma pur sempre mirato, si identifica appena un 1-2% di soggetti asintomatici al momento del tampone".

"È un buon risultato, considerando che tale soggetti, anche se pochi, costituiscono comunque una potenziale fonte di contagio. Ma si capisce bene come - ribadisce Lopalco - se invece tale indagine fosse eseguita a tappeto - su una platea random di soggetti asintomatici - il numero di portatori positivi che si riuscirebbe a scovare sarebbe irrisorio".

coronavirus medici ape grande

"Non solo, considerando i valori di specificità e sensibilità della metodica, la quota di falsi negativi e falsi positivi da gestire sarebbe superiore a quella dei veri positivi eventualmente identificati.Insomma, il tampone NON è un buon test di screening e utilizzarlo a questo scopo andrebbe contro ogni logica scientifica".

"Oltre al fatto - rinvara Lopalco - che un aggravio del carico di lavoro dei laboratori porterebbe inevitabilmente a colli di bottiglia e ritardi per analisi di altri soggetti che presentassero una reale necessità di avere un risultato in tempi brevi.Inoltre, poiché il risultato negativo al tampone avrebbe un significato solo transitorio, il rischio per un operatore di positivizzarsi nel giro di poche ore o pochi giorni resterebbe comunque".

"Il test negativo, quindi - conclude Lopalco - potrebbe indurre a comportamenti più lassisti nei confronti delle misure di distanziamento e corretto utilizzo dei DPI in ambiente di lavoro.Insomma, più tamponi si, ma con criteri dettati dalla scienza. Tamponi di massa o sistematici agli operatori sanitari non sono solo inutili, ma anche dannosi”.

(gelormini@affaritaliani.it)

--------------------------- 

Pubblicato in precedenza: Covid-19, Capone e Lopalco: 'Essere pronti per quando si potrà ripartire'

Loading...
Commenti
    Tags:
    covid-19 coronaviruspier luigi lopalcotamponi ordine medici puglia polizia forze ordine criteri scienza
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Giornata contro la violenza sulle donne: questo giorno è tutti i giorni
    L'opinione di Antonella Gramigna
    La lotta al COVID19 passa anche dallo studio di immagini satellitari
    Studiomapp srl
    La cultura può cambiare gli uomini: così si combatte il femminicidio
    di Maurizio De Caro
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.