A- A+
PugliaItalia

dambrosio lettieri1Bari – Venti giorni di tempo per farsi ascoltare o deporre una memoria difensiva. Il senatore Pdl Luigi D’Ambrosio Lettieri a rischio processo per lo scandalo tessere false piovuto sul Congresso degli azzurri del febbraio 2012 che lo aveva eletto sulla tolda di comando. Con il coordinatore cittadino barese, raggiunti dall’avviso di conclusione delle indagini, firmato dal procuratore aggiunto Giorgio Bruno, anche un elemento della sua segreteria e il dirigente dell’ufficio postale della Mongolfiera di Japigia, Dario Papa.

Centotrentanove le tessere finite sotto i riflettori dopo le contestazioni dei due esponenti della mozione di minoranza Filippo Melchiorre (poi passato a Fratelli D’Italia insieme a Marcello Gemmato) e Massimo Posca: gli iscritti in questione, però, non sapevano nemmeno di esserlo. In compenso non solo risultavano tutti risiedere al numero 10 di Via Colaianni ma erano tutti correntisti delle Poste, snodo non indifferente della vicenda dal momento che, secondo l’accusa, lo stesso Papa avrebbe avuto accesso ai documenti di identità degli intestatari, i cui nomi poi tornavano sul rettangolino plastificato con il logo del Popolo della Libertà. I 10 euro di quota di iscrizione? Secondo la procura avrebbe provveduto la segreteria stessa ad ottemperare, nella persona del terzo indagato, la cui identità non è ancora nota.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
false tesserepdld'ambrosio lettieribari
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.