A- A+
PugliaItalia
Ferrovie Sud-Est Tangenti per 14milioni €

di Ines Macchiarola

Sequestro per equivalente fino alla concorrenza di 14 milioni di euro di beni delle Ferrovie Sud-est da parte dei finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Bari richiesto al pm Isabella Ginefra. L'operazione, riferiscono gli inquirenti, nasce nell'ambito di un'inchiesta, avviata nel 2009, su una presunta truffa ai danni della Regione Puglia, con sospette tangenti, nell'acquisto all'estero di treni e carrozze.

FSE logo
 

Secondo quanto riferito dai finanzieri la richiesta è contenuta nell'informativa finale consegnata al magistrato, che ora valuterà se chiedere il sequestro. “La somma di 14 milioni di euro – si legge nella nota -  comprenderebbe 11 milioni di provvigioni pagate per l'acquisto di 27 treni Atr-220 e 2,8 milioni di contributi regionali, che sarebbero stati percepiti indebitamente per le carrozze tedesche di seconda mano.”

Cinque sono in tutto gli indagati tra i quali figurerebbe anche l'amministratore unico di Ferrovie Sud-Est, Luigi Fiorillo, per i quali si ipotizzano i reati di truffa aggravata, abuso d'ufficio e corruzione.

FSE Fiorillo
 

Il magistrato, Roberto Scarpinato, nel crso di una intervista andata in onda su Rainews 24, ha riferito in generale sul fenomeno corruzione a “rischio penale zero. La corruzione – ha spiegato Scarpinato - costa all'Italia circa 60 miliardi di euro. Il dato suggerisce che non ci possiamo permettere di mantenere la corruzione. Spending review, dunque, su corruzione, prevedendo la prescrizione speciale come nei reati di mafia.”

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

Tags:
ferrovie sud-est. tangentifiorillobari
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.