A- A+
PugliaItalia
FI: 'Ncd? Arroccamento pretestuoso'. Emiliano punge la Regione

Bari – L’appello, questa volta, arriva dal Salento e precisamente dal forzista Luigi Mazzei: “Dico agli amici di Udc ed Ncd che i tentativi di centro negli ultimi venti anni non hanno mai funzionato, ci sono oggi le condizioni per essere uniti e vincenti”, spiega il consigliere regionale, a stretto giro dalla pausa ferragostana. I gazebo sono ancora lontani ma le manovre per le nuove aree metropolitane lo sono assai meno e proprio da quel fronte potrebbero nascere prove generali di accordo: “Le provinciali sono l'occasione per trovare un'intesa sui territori e da parte nostra la disponibilità a trovare le soluzioni migliori sono totali”, apre l’azzurro di Calimera. Non senza stilettate.

UDC/ Regionali: "Niente preclusioni sulle alleanze"Centrodestra, gazebo il 23 novembre ma senza Ncd

Obiettivo finale, neanche a dirlo, sono le regionali e già dalla prossima settimana in molti potrebbero decidere di scoprire le carte. A partire da Francesco Schittulli - non a caso presente nelle piazze e nei borghi tra Sindaci, processioni e feste patronali - ma senza sciogliere definitivamente la riserva: in campo, quindi, ma non ancora del tutto. O quantomeno non prima che anche il partito di Raffaele Fitto dia un segnale preciso, mettendo ordine nella girandola di nomi: “Non ho prescelti”, assicura formalmente l’ex Ministro di Maglie e non è detto che basti, mentre sul tavolo resta il niet degli alfaniani: “Proprio Ncd nelle ultime amministrative baresi ha lamentato la necessità di una consultazione primaria per l'individuazione del candidato sindaco. Stesso ragionamento faceva Alfano per giustificare lo strappo da Berlusconi e Forza Italia, sostenendo le primarie per individuare il candidato premier. Ora l'arroccamento su posizioni opposte ora degli amici di Ncd risulta ai più incomprensibile o ancora peggio pretestuoso”, riserva il consigliere regionale agli uomini di Cassano e Ferrarese.

Ncd rinvia, giro di tavolo sulla data/ A destra salta il vertice/ Schermaglie Minervini - Stefàno

Mazzei loda “il coraggio e la voglia di mettersi in gioco” del presidente della Provincia, invitando anche la pattuglia centrista a non temporeggiare oltre “mettendo un proprio candidato in campo o sostenendo lo stesso Schittuli, o altra figura che ritengano un valore aggiunto. La peggior cosa che possono fare agli elettori del centro destra e rinviare”, arringa. E neppure Michele Emiliano sta a guardare, anzi: coglie al volo il cartello all’ingresso di una delle sedi degli uffici regionali - con il quale si segnala la chiusura degli stessi fino a lunedì - per punzecchiare a suo modo: “Un cartello inopportuno che contraddice il bisogno dei pugliesi delle loro istituzioni anche a ferragosto”, scrive senza esitare sul suo profilo Twitter. Con buona pace di Nichi Vendola, dirigenti e personale. Quando si dice “aperti per ferie”.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
regionalipugliaschittulliemilianoncdferragosto
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.