A- A+
PugliaItalia
GoodMooningLibroJPGfronte

di Alessandra Peluso

Stefano Saldarelli è uno scrittore che ha deciso di mettere in gioco se stesso scrivendo il libro Good Mooning - Phasar Edizioni, 2012. Sembra un progetto esistenziale che ha come fondamento se stesso e la vita e decide di mettersi in gioco, di sfidarsi con un nuovo progetto ambizioso.

Good Mooning: andare sulla Luna è una cosa molto seria o forse no? Il programma spaziale segreto che portò l’uomo sulla Luna. È un tema dalle dimensioni spropositate perchè contiene l’egocentrismo e l’uso della tecnica che porta a spersonalizzare l’uomo, a condurlo al di là dei suoi limiti, al di là della ragione. E molti individui non concepiscono la ragione come limite andando - come la colomba di Kant oltre il cielo - credendo di poter fare a meno dell’aria.

L’ambizione e la voglia illimitata di fare perchè con la tecnica tutto è possibile, tutto eticamente accettabile comporta dei rischi, ingenti che l’uomo solo forse quando è arrivato sulla Luna, ossia solo dopo aver oltrepassato i propri confini, percepisce di aver sbagliato e paradossalmente occorre l’incontro con Dio perchè ciò accada.

Queste riflessioni e molte altre emergono dalla lettura di Good Mooning, un racconto stra-ordinario perchè oltre all’allegorica storia dell’uomo sulla Luna c’è l’angosciante dilemma se poi è necessario andarci sulla luna e quindi cosa ci faccio?

Forse se lo sarà chiesto anche John Doe, il protagonista del racconto, o forse no. È chiaro che oltre ad una lettura divertente, ironica, allegra adatta anche ad un pubblico adolescente, disarmato, vi sono delle riflessioni, c’è un mondo sommerso che emerge e che solo gli adulti possono comprendere e porsi delle domande. Si tratta di una storia in un certo senso rivista e corretta dello sbarco sulla luna dell’Apollo 11 nel fatidico anno del 1969. Si susseguono immagini raccontate con maestria dall’autore e fantasiose didascalie tanto che potrebbe apparire come uno “spaziale” libro di favole da far ridere grandi e piccoli.

Senza dubbio Good Mooning farà discutere e pensare il lettore adulto che dietro la veste ironica scorge un’oscura verità: l’eccessivo esibizionismo accompagnato da manie di protagonismo dell’essere umano che con tanti luoghi possibili da visitare anche a poco prezzo, giunge sulla luna e scomoda persino Dio.

È sorprendente l’immagine che si osserva leggendo il racconto dove il protagonista John Doe sbarcato sulla luna, mentre cammina, andando su e giù, si vede davanti un grosso dito rappresentato da Dio. Risulta un incontro inimmaginabile tra amici che si confidano i propri segreti, chiaccherano insieme e Dio gli racconta come sia capace di roteare luna, terra, crateri, sole. Così come altrettanto bizzarro è il racconto nel quale descrive l’atterraggio sulla luna, le passeggiate di John con la sua “Roverlunare” alimentata ad energia alternativa.  

Insomma è tutto un susseguirsi di scene stellari, o pardon lunari che destano interesse, curiosità, ilarità e tanta creatività che l’autore dimostra di possedere abbondantemente.

Ebbene sì, occorre molta ironia per affrontare la vita nel migliore dei modi, ci vuole ironia per evitare di soffrire, ironia per non ferirsi nè ferire, l’ironia è un ingrediente indispensabile nella vita di ognuno di noi. E Stefano Saldarelli lo sa bene, così come il lettore che rimarrà estasiato dalla lettura del libro Good Mooning. E chissà, magari dopo averlo letto penserà di fare un viaggio anche lui sulla luna con una navicella spaziale come il simpatico John Doe - con ironia ovviamente - ed evitando di pronunciare la fatidica frase «Houston we have a problem!». O forse non lo riterrà pportuno pensando di averla già la luna.

D’ironia si parla da secoli: dalla poetica di Aristotele, all’ironia socratica, alla necessità dell’ironia come momento costituitivo dell’arte per Schlegel e chissà che Saldarelli non abbia letto anche Kierkegaard dove l’ironia costituisce un momento fondamentale dell’esistenza, che consente all’uomo di distaccarsi dal mondo in cui è sommerso da esteta per raggiungere uno stadio etico. Senza dubbio l’autore così come il personaggio John Doe condivideranno questo modo di considerare l’ironia perchè è ciò che accade nel libro - arte ed etica - si fondono creando un racconto intrigante e coinvolgente.

«L’ironia è l’occhio sicuro che sa cogliere lo storto, l’assurdo, il vano dell’esistenza». (Kierkegaard)

Così come accadde secondo la leggenda a Parmenisco, che nell’antro di Trofonio perse la capacità di ridere, ritrovandola a Delo alla vista di un tronco informe che veniva presentato come l’immagine della dea Leto - accade oggi al lettore - leggendo Good Mooning di Stefano Saldarelli. Può dare l’impressione di essere un libro inanimato ma non lo è affatto e sfogliando pagina dopo pagina, il lettore si ritroverà catapultato sulla luna a passeggiare insieme ad altri amici, in compagnia magari del cane Strudel, un dolcissimo pastore tedesco e a fantasticare situazioni surreali una realtà vissuta un bel pò di anni fa. Non solo, si chiederà se l’autore oltre a divertirsi abbia raggiunto il suo scopo, ossia far comprendere che la Luna non è indispensabile cercarla in uno spazio sconfinato, la  si può trovare dentro di noi, nel proprio animo consapevoli che il limite è necessario non semplicemente per sapere che oltre non si può andare, ma per comprendere che pur mirando alla perfezione e a raggiugere l’assoluto non si fa altro che creare illusioni e costruire castelli di sabbia che prima o pi cadranno giù.

Tags:
saldarellilunadioroverlunaredito
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.