A- A+
PugliaItalia
meloniape

La campagna elettorale si avvicina al termine e le grandi manovre tessono le trame utili al prosieguo dell'attività politica. “Valuto positivamente e con attenzione il rossore e le vergogne postume della Meloni"- ha dichiarato l’europarlamentare, Salvatore Tatarella (Fli) - non sono ancora sufficienti per attrarre voti e consensi, essendo preminente e dirimente la sua alleanza con Berlusconi, che dovrebbe far vergognare la Meloni ancora di più, ma è, comunque, un primo passo. Vedremo in seguito se è solo un richiamo elettorale per le allodole, il che sarebbe gravissimo, o l'inizio di un nuovo percorso politico, che potrebbe aprire una fase di dialogo”.

Tatarella è intervenuto anche a proposito dell’ulteriore gesto intimidatorio subito del

Tatarella

sindaco di Bitonto,  a poche ore dalla manifestazione cittadina contro l’escalation della criminalità che si sta verificando nel Comune del barese, nella qualità anche di componente della Commissione Europea Antimafia istituita dal Parlamento di Strasburgo e insediatasi  ad aprile dello scorso anno.

«Lavoreremo subito a un piano di contrasto al crimine organizzato, alla corruzione, al riciclaggio di denaro per giungere a un testo unico antimafia e consentire il varo di direttive capaci di aggredire i patrimoni dei mafiosi in tutti i Paesi europei. L’unione delle forze in campo – ha detto Tatarella -  è il vero obiettivo della Commissione. Bisogna che dentro tutti gli Stati membri si parli la stessa lingua nella lotta al crimine. L’Europa ha perso tempo nel prendere coscienza, mentre la mafia non ha mai considerato un problema i confini geografici. Per fare questo – ha concluso - ascolteremo procuratori dei vari Paesi, gli investigatori, le associazioni che si occupano di contrasto al crimine».

Tags:
tatarellameloniflicorteggiapuglia
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.