A- A+
PugliaItalia
Asaf Avidan 1 low

Star mondiale con oltre cento milioni di visualizzazioni su youtube del remix di One Day/Reckoning Song, il rocker israeliano Asaf Avidan arriva in Puglia in uno dei posti più chic della regione. Il cantante, che tra i suoi fan ha lo scrittore Roberto Saviano, sabato 31 agosto (ore 23) sarà al Mavù di Locorotondo, nel cuore della Valle d’Itria, tra ulivi secolari e trulli a grappoli, per lo «special event» di Ghironda Summer Festival, unica tappa al Sud Italia del «Different Pulses Tour» (biglietti da 26 euro, info 080.430.11.50).

L’appuntamento chiude il quartetto di concerti che precede il tradizionale e attesissimo segmento «world» di arte e cultura popolare dei cinque continenti della Ghironda, in programma dal 5 all’8 settembre tra Ceglie Messapica e Martina Franca con numerose sorprese i cui dettagli verranno presto svelati con una conferenza stampa.

Avidan, l’«angelo rauco» che nei primi dischi ostentava una voce roca ricca di venature blues, e che per questo la critica ha definito «figlio di Bob Dylan e Janis Joplin», presenterà le canzoni del suo ultimo disco, Different Pulses, per l’appunto, in cui canta con uno stile eclettico e decisamente più personale, graffiante in alcuni momenti, carezzevole in altri, a metà strada tra Tim Buckley e Thom Yorke.

Asaf Avidan 2 low

«Janis Joplin è inimitabile, anche se so di avere qualcosa in comune con lei, ma si tratta solo di coincidenze, perché potrei dire di avere altri riferimenti altrettanto iconici della Joplin, per esempio Loretta Lynn e Johnny Cash», ha recentemente dichiarato il cantante, trentatré anni, residente a Tel Aviv ma nato e cresciuto a Gerusalemme, con un periodo della propria infanzia, tra gli otto e gli undici anni, vissuto in Giamaica al seguito della famiglia (Asaf è, infatti, figlio di diplomatici).

Magrissimo, tatuato, ma soprattutto artista dall’accento musicale straordinario, che con la sua band, The Mojos, nel 2011 ha condiviso il palco con Robert Plant, Ben Harper e Lou Reed, Avidan ha fatto breccia nei cuori degli italiani quando all’ultimo Festival di Sanremo ha emozionato il pubblico per la sua intensa versione acustica di One Day, brano che in concerto viene presentato nella più ritmata modalità Wankelmut Remix diffusa in radio negli ultimi mesi. Un successo seguito, tre mesi fa, dal nuovo singolo Love It or Leave It che Avidan ha lanciato con una clip da lui stesso girata e nella quale mostra corpi nudi con la testa coperta da una maschera gigante del suo volto.

Tutto ha inizio nel 2006, quando Asaf pubblica il suo primo Ep, Now that you're leaving. Da lì inizia un tour con The Mojos che lo porterà diritto in studio di registrazione per The Reckoning, uscito nel 2008. Ma solo quattro anno dopo Reckoning Song, quinta traccia del primo album della band diventa popolare in Germania grazie a un remix del dj Wankelmut. Il singolo viene rilasciato in versione digitale col titolo One Day/Reckoning Song (Wankelmut Rmx) e raggiunge la prima posizione in classifica nel mese di agosto 2012, prima di diventare un successo anche all'estero.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ghirondaangelo raucoasafavidanlocorotondo
i blog di affari
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
DONAZIONI DI SANGUE, AIUTI E PROGETTI PER AGRICOLTURA E BIOGAS
Boschiero Cinzia
Atti fiscali illegittimi: Convegno a Milano il 20 maggio
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.