A- A+
PugliaItalia
Lecce, Emiliano e Stefàno alla Sagra 'Riconnettere emozione politica e razionalità'

Mentre proprio a Lecce si consuma l'ennesimo strappo nel centrodestra, con la proposta di candidatura alla presidenza della Regione Puglia di Adriana Poli Bortone - in evidente chiave anti-Fitto più che in contapposizione a Francesco Schittulli - al cinema Santa Lucia Michele Emiliano va in onda con tutt'altro programma.

Michele Emiliano a Lecce
 

“La Sagra è il sacro della politica. Rappresenta la possibilità di condividere le idee, le competenze, i sogni, e soprattutto il desiderio dei pugliesi di scrivere il programma dal basso.  Alla fine del percorso a maggio, torneremo a chiedere pubblicamente, in un weekend deliberativo, quali dovranno essere le pietre miliari del governo regionale”.

Con queste parole il candidato del centrosinistra e segretario del PD pugliese ha aperto la tappa della Sagra del Programma di Lecce, all’interno di un altro luogo da recuperare alla città, così come era stato fatto all'ex-cinema Capitol a Foggia. Quattrocento persone, moltissimi ragazzi e ragazze, partecipano ai tavoli tematici, con il supporto di oltre 80 volontari per far funzionare al meglio la macchina organizzativa. I lavori si concluderanno con il discorso di Emiliano nel pomeriggio aperto a tutti, e la presentazione del report finale con i contenuti della giornata.

Tavoli Sagra del del Programma
 

Emiliano, con accanto sul palco Dario Stefano, ha rimarcato il valore delle primarie come buona prassi politica, che ha consentito alla coalizione di crescere democraticamente tenendo insieme storie e percorsi differenti: “Le nostre sono state primarie vere, e il confronto con Dario per me è stato importante e costruttivo. Abbiamo dato vita a un processo politico non scontato, che non va sottovalutato, e che ci distingue dalle altre coalizioni. Questo processo ci ha portato oggi a ritrovarci uniti per costruire insieme al popolo pugliese un modello di governo partecipato, non basato sull’uomo solo al comando o su deleghe in bianco. Qui, attraverso le Sagre, vogliamo riconnettere l’emotività della politica alla sua razionalità. Chiediamo ai pugliesi di esprimersi attraverso un percorso scientifico certificato da soggetti terzi. Saranno i cittadini, davanti alla nostra sintesi politica di questi mesi di lavoro, a dirci quali saranno i punti cardine del futuro governo regionale. Per la prima volta un programma terrà conto di ciò che davvero pensa e desidera il popolo di una regione”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
emilianostefànoleccesagraemozionepoliticarazionalità
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.