A- A+
PugliaItalia
dambrosio lettieri1
Obama contro Standard & Poor’s e Luigi d’Ambrosio Lettieri (PdL) auspica che si faccia chiarezza anche in Italia.
 
“Contro lo strapotere e le intromissioni speculative delle agenzie di rating"  ha detto il Coordinatore Pdl Grande Città di Bari, "mi sono fatto promotore l’anno scorso, insieme ad altri 40 parlamentari del PdL di una forte iniziativa che ci ha visti presentare alla procura di Trani un atto di costituzione di parte civile della parte offesa proprio contro Standard & Poor’s. La stessa agenzia di rating cui oggi, nientemeno che il presidente degli Usa, Barack Obama, chiede un risarcimento di 5 miliardi di dollari, per i danni causati dalla crisi del subprime nel 2007. E dietro l’angolo si profilano novità anche per Fitch e Moody’s".
 
"In Italia, le richieste di rinvio a giudizio formulate dalla Procura tranese nei confronti dei dirigenti di Standard & Poor’s e Fitch", ha continuato d'Ambrosio Lettieri, "confermano un quadro gravissimo e inquietante che rafforza il nostro impegno a proseguire una battaglia di democrazia che tuteli le prerogative dello Stato e dei cittadini italiani".
"Se, infatti, come sostiene l’impianto accusatorio della Procura, dovesse venir fuori la conferma che le pagelle emesse dalle agenzie sullo stato di salute dell’economia italiana e delle relative azioni di rilancio messe in campo dal Governo Berlusconi allora in carica, fossero state il frutto di manipolazioni, dunque falsate e distorte, il danno politico, sociale, umano ed economico sarebbe di portata enorme. La Corte dei Conti del Lazio calcola quello economico intorno ai 120 miliardi di euro".
 
"Ci auguriamo", ha concluso Lettieri, "che presto si possa fare chiarezza su questa pagina piena d’ombre e si possano dare risposte ad interrogativi inquietanti”.
 
(gelormini@affaritaliani.it)
 
Tags:
obamastandard&poor'sd'ambrosio lettieritranirating
i blog di affari
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
"No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.