A- A+
PugliaItalia
Municipi, centrodestra scioglie il rebus Ma gli alfaniani restano fuori

Bari – Anche il centrodestra scioglie il rebus dei Municipi ma più di un tassello resta fuori posto.  Lo schema è quello licenziato da Forza Italia e sul quale già gli alfaniani avevano fatto le barricate, prima di capitolare e affidare le chiavi della trattativa a Mimmo Di Paola: due presidenze agli azzurri e le altre tre agli alleati. Alla fine, però, è proprio Ncd a desistere e annunciare - a poche ore dalla conferenza stampa - la rinuncia a qualsiasi candidatura alla guida delle maxicircoscrizioni.

DI NUOVO IN SELLA/ Di Paola: “Credo alla lealtà dei miei alleati”/ Schittulli dice no, coalizione su Di Paola/ Il giorno della riserva

Fiducia piena ed incondizionata nelle scelte del candidato Sindaco”, ribadisce Cassano argomentando il passo indietro, fatto “per facilitare l'aggregazione delle varie anime politiche che compongono la coalizione”. Ovvero nessuna riconferma per gli uscenti Dino Tartarino ed Aldo Iannone e nessuna possibilità di giocarsi nel Municipio mare i crediti degli anni di presidenza di Mario Ferorelli a San Nicola e Murat: “strategia canaglia”, la definisce sui social Paolo Pate, in corsa per uno scranno in Consiglio. E se nel backstage non mancano i malumori all’indirizzo del partito di Raffaele Fitto, altre malelingue accusano la pattuglia di Massimo Cassano di aver dribblato la sfida diretta con Olivieri.

I forzisti schierano l’ex An e Pdl Massimo Posca sul fronte che va dal Libertà a Torre a Mare e Japigia - questi ultimi feudi di Antonio Decaro - e confermano a Carbonara, Ceglie e Loseto l’uscente Michele De Giulio, lasciando senza galloni un altro big come Sergio Fanelli, in lista sotto il logo del Cavaliere ma vicino al presidente della provincia, Francesco Schittulli. A proposito di schittulliani, è il capogruppo in Via Spalato del Movimento, Nicola De Matteo, a conquistare la nomination per Santo Spirito, Palese, Catino e San Pio ed ha fatto storcere il naso a qualcuno la promozione a testa di serie di Franco Ferrante a San Paolo e San Girolamo, in quota Psi ma dal passato a sinistra. Lo slot degli alfaniani, invece, va alla lista civica di Mimmo Di Paola che lancia, a Poggiofranco e San Pasquale, Cristiana Cippone, giornalista, accanto all’ingegnere per l’intera campagna elettorale.

cippone
 

Schittulli contro Di Paola e Ncd?/ FI: "Gravi gli accordi a sinistra di Ncd"/Municipi, Ncd: ‘A chi non siamo graditi?’

Il risiko è ufficialmente chiuso: Irma Melini, al centro delle polemiche per le voci smentite di un passaggio con il centrosinistra, si concentra sulla scalata a Palazzo di Città e Costantino Monteleone, se non dovesse partire per la Capitale, potrebbe ipotecare la poltrona di Presidente del Consiglio in caso di vittoria. Basterà a tenere unito lo schieramento ed uscire indenni dall’ennesimo mal di pancia? A Foggia, un aspirante consigliere in lista con Leonardo Di Gioia, sfodera sul santino una citazione di Franco Califano: “Tutto il resto è noia”, chiosa. Appunto.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
municipibaricentrodestraalfanianidi poala
i blog di affari
Covid, emergenza continua: un nuovo efficace metodo impiegato dal governo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, il referendum contro il green pass è una pessima strada da seguire
L'OPINIONE di Diego Fusaro
PROGETTI PER LE CITTA’ E PER LA TUTELA DELLA VISTA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.