A- A+
PugliaItalia
Primarie, a destra salta il vertice. Ferrarese: “Non calpestare dignità Ncd”

Bari –  Quelle di Raffaele Fitto potrebbero sembrare le ultime parole famose: “Il tavolo regionale dei partiti credo sia già abbastanza avanti in questa direzione”, aveva dichiarato alla stampa, parlando delle primarie per il candidato Governatore pugliese ma il vertice di domani che avrebbe dovuto sancire la data per i gazebo non ci sarà. O almeno non con i centristi di Udc e Ncd. Alfano parla dei 1000 giorni al fianco di Renzi, cauto sulla lettera di Berlusconi per riunire il centrodestra. Promuove Massimo Cassano e Massimo Ferrarese nel direttivo nazionale e inserisce quattro pugliesi in assemblea ma sulle partite locali nessuna linea netta ed il rischio che, con il rassemblement in cantiere con scudocrociato, Popolari e montiani, i tempi si dilatino ulteriormente.

Regionali, opzione Ventola? Ncd aspetta/ Silvestris sprona: "Già decisa la sconfitta?"Ncd: “No trattativa a sinistra”Schittulli pronto a gazebo

A partire proprio dalla designazione dell’aspirante presidente: “Ho chiarito alcuni punti che la base ci pone quotidianamente e sarò come sempre disponibile ad adeguarmi alle scelte che si decideranno nel direttivo nazionale del quale da oggi faccio parte. Non sarò, però, mai disponibile a far calpestare la dignità di questo nostro partito, che con tanti sacrifici ed impegno abbiamo portato nella nostra regione all'8 % in soli sei mesi”, commenta a caldo l’ex Presidente della Provincia di Brindisi, assente al primo incontro tra gli alleati del Tacco, nel quale alfaniani e Udc avevano chiesto tempo. Lo stato maggiore del partito dovrebbe riunirsi in settimana ma le ritrosie sui gazebo non sono poche: le regionali sono diverse dalle Comunali, poggiano su una rete capillare sui territori e sulla solidità della macchina rodata. E il semestre di vita della formazione dal logo quadrato è forse fisiologicamente ancora troppo poco per un frontale contro una corazzata come quella forzista – ragionano in molti – temendo che l’accelerazione dell’ex Ministro di Maglie possa diventare un autogol e incastrarli nel ruolo di semplici “portatori d’acqua”. Come se ne esce? Praticamente impossibile che Fitto voglia rinunciarvi, specie dopo le schiarite sul fronte Capitolino e l’asse con i Fratelli D’Italia di Giorgia Meloni, ma se non è un niet quello degli ex azzurri, quantomeno è una frenata a tutto tondo.

FI chiama gli alleati. Cdx alla prima conta/Schittulli frena: "Primarie? Prima le regole"/Fitto vuole le primarie. Ncd: "Proposta tardiva"

Non saremo la ruota di scorta di nessuno”, puntella il brindisino Ciro Argese, mentre Francesco Schittulli chiuderebbe volentieri i preliminari per scendere in pista ufficialmente, magari con l’appoggio sin dall’inizio di Filippo Melchiorre e Marcello Gemmato: “Siamo un partito in forte ascesa, nel quale il passato e futuro della nostra classe dirigente sono gli ingredienti salutari per ridare dignità alla rigenerazione della destra in terra di Puglia”, chiosano i due dall’assemblea, alla presenza di Donna Adriana Poli Bortone. Ancora incerti sulla possibilità di lanciare Gemmato come nome di bandiera. 

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
regionalipugliaschittullifittocassanoferraresencdforza italiafdi
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.