A- A+
PugliaItalia
Primarie, dal Pd tandem Decaro - Petruzzelli. Emiliano blinda il dopo Blasi

Bari – A poche ore dall’ufficialità sui competitors delle primarie, il Pd sfodera un tandem inedito per blindare i gazebo e le Comunali: Pietro Petruzzelli ed Antonio Decaro, il primo e l’ultimo dei contendenti a scendere in campo per il dopo Emiliano. Il passo indietro dell’outsider ed ex consigliere circoscrizionale, a testa bassa sin dall’inizio - fino ad ipotizzare una corsa in solitaria in caso di nomi "calati dall’alto" - ha avuto l’impatto di un terremoto, non solo tra i supporters della prima ora. “Non è una questione di padrini”, assicura ad Affari, "mi rendo conto che a molti possa sembrare un passo indietro ma sento di rassicurare tutti dicendo che non è così.”

DIARIO/ Petruzzelli: 'Che fine ha fatto l'Onda?'/Decaro: 'Mi candido, non da solo'

Se Alfonso Pisicchio si è sfilato in extremis dalla gara, rispedendo la palla in campo democratico per una proposta, quello presentato dalla nuova coppia è un patto generazionale a tutto tondo: “Pietro ed io ci siamo resi conto di assomigliarci parecchio, nei temi che stiamo affrontando e che in alcuni casi hanno caratterizzato il nostro impegno da amministratori”, ha spiegato Decaro, “abbiamo dato ascolto a tutti quei ragazzi che in questi giorni ci hanno chiesto di non inasprire lo scontro, ci hanno chiesto di riunire e non di dividere, a differenza di quello che sta accadendo nel nostro partito a livello nazionale”. Un asse che nasce soprattutto dalla necessità di ricompattare il fronte democratico, che rischiava di arrivare alle consultazioni con ben tre candidati, tanto che i rumours raccontano della vana moral suasion del primo cittadino per dissuadere Elio Sannicandro dalla contesa. Senza contare la potenza di fuoco di Giacomo Olivieri, che le stime danno in costante crescita.

A chi continua a storcere il naso davanti al dietrofront, ricordando le promesse di mancato accordo prima del voto, Petruzzelli assicura: “La città a misura di bambino, la trasparenza nella pubblica amministrazione e nelle municipalizzate, la salvaguardia del paesaggio e l’opposizione al consumo di suolo, la nomina immediata di un assessore alla cultura, la lotta alla corruzione sono diventati temi su cui si fonderà la campagna elettorale del centro sinistra ed io sarò il garante di tutto questo”. Promettendo una campagna gomito a gomito e frenando la fantasia di chi ipotizza il tandem tra i due come metafora di una promozione eventuale a vice del candidato dalla sedia rossa.

EMILIANO/ “Decaro il più amato e autorevole”/Primarie, la guerra delle regole/ Pisicchio in campo/ CONGRESSO/ No pugliese alle liste bloccate/ Direzione nazionale: Emiliano dentro, D'Alema da ex premier/ Vincitori e vintiD’Alema punge. Emiliano: “Ha paura"Pagano segretario, Antonacci regge

Intanto la macchina dem lavora a pieno regime e, mente si siglavano alleanze sul fronte barese, in via Re David si scongiuravano ulteriori urne intermedie ed un derby tutto renziano per la scelta del successore di Sergio Blasi nel Congresso: aveva promesso un nome forte e sarà proprio Michele Emiliano, salvo colpi di coda tra i non pochi scontenti, il prossimo segretario regionale Pd. L’assist dell’ala popolare di Gero Grassi, con parte dei cuperliani e la sponda civatiana di Elena Gentile gli hanno permesso di battere la concorrenza del fasanese Fabiano Amati, il quale poteva contare su uno sponsor del calibro del tarantino Michele Pelillo. Archiviata la girandola di nomi della vigilia, da Guglielmo Minervini a Giovanni Procacci, probabilmente torneranno al presidente le chiavi del partito. Peraltro con una tempistica tale da permettergli, qualora volesse, di dribblare le Europee e tenersi le mani libere per il dopo Vendola in Lungomare Nazario Sauro. E non è detto manchi poi molto.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
pdpugliaprimariecomunalielezionibariemilianodecaropetruzzellisindacorenzicivati.
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.