A- A+
PugliaItalia
Regionali, Pd pronto a sparigliare Verso primarie per il 26 ottobre

Bari – Il dopo Vendola comincia ufficialmente il 26 ottobre. Mentre i neoeletti delle Comunali indossano le fasce tricolore, il Pd olia la macchina per le Regionali e fissa la data delle primarie per affidare la nomination unitaria del centrosinistra, ribadendo l’apertura alle liste civiche. “Lasciare la politica? Mi riesce così bene…”, commenta sui social Michele Emiliano, ma la corsa alla leadership sarà tutt’altro che scontata e promette qualche colpo di scena, dentro e fuori il recinto democratico.

REGIONALI/ Emiliano tesse, Vendola aspetta: “Stefàno? Decide Sel”/ Schittulli stuzzica: "Emiliano? A meno che Renzi..."

Intanto, da Foggia ad Orta Nova ed Ostuni, bisogna fare i conti con il post ballottaggi senza farsi travolgere dall’entusiasmo della riconferma barese e della espugnata Francavilla: “Il voto in Puglia non ha lo stesso segno di Bari. In diversi grandi centri il centrosinistra ha perso e bisogna rifletterci sopra senza cullarsi col voto europeo. Le Regionali prossime non saranno una passeggiata trionfale”, frenava Enzo Lavarra, mettendo le mani avanti sull’utilizzo delle liste civiche, al cui rassemblement il Gladiatore starebbe già lavorando sotto traccia: “Prima di persone e liste personali, bisogna parlare di progetto Puglia e sostituire questo percorso politico con "le liste civico-personali rivela la rinuncia ad un Pd espansivo”. Missiva indirizzata ad hoc? Può essere ma all’appuntamento con i gazebo mancano ancora quattro mesi e, se Antonio Decaro già immagina il predecessore a Palazzo di Città sullo scranno più alto di Lungomare Nazario Sauro e restituisce gli assist in conferenza stampa, le incognite sono ancora tante.

In primis Dario Stefàno, che gira il Tacco per una campagna d’ascolto dei cittadini. E da Via Re David? Per ora nessuno azzarda nomi alternativi ma non è detto che non si possa sparigliare, magari con l’appoggio implicito del Nazareno. Assai accreditato resterebbe il nome di Guglielmo Minervini, se si dovesse dichiarare disponibile, meno quello di Elena Gentile, altrettanto forte ma appena approdata a Bruxelles e il cui cambio di passo farebbe storcere il naso a più di uno. Oppure ci sarebbe Michele Pelillo, il cui mandato da uomo di punta della Giunta Vendola, prima, ed onorevole, poi, gli darebbe la visibilità necessaria, tenendo conto che l’origine tarantina romperebbe le uova nel paniere allo stesso Stefàno, sul territorio dal quale si aspetterebbe il maggior numero di preferenze.

Emiliano: “Resto nel Pd, con la libertà di dissentire”/ A Stefàno la Puglia per Vendola/ Sorpasso rosa in Europa/ "Non mi candido"

Emiliano tira dritto: “Rimarrò disoccupato per molti mesi e senza stipendio", risponde a chi gli chiede del futuro prossimo ma tesse, intreccia e allarga. Anche al centro con il centrista Di Gioia, il cui accordo potrebbe riproporsi anche in Via Capruzzi, nonostante si sia sfaldato per strada nel ballottaggio foggiano. Ma le Regionali sono tutt’altra storia.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emilianopdregionalipugliaspariglioprimarie
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.