A- A+
PugliaItalia
Regionali, primarie il 30 novembre. Emiliano: “Uniti verso il futuro”

Bari – Questa volta si dovrebbe poter segnare in rosso la data sul calendario: “Faremo le primarie per la Presidenza della Regione Puglia il 30 novembre. Il centrosinistra unito verso il futuro”, twitta Michele Emiliano alla fine del vertice in Via Re David. Una decisione presa all’unanimità, chiarisce il documento politico firmato da forze e partiti della coalizione, ma se non c’è stato braccio di ferro tra democratici e vendoliani, si è dovuto mediare non poco tra le colonne d’Ercole del 14 dicembre chieste da Sel e lo sprint a fine ottobre tentato dall’ex primo cittadino barese.

REGIONALI/ Sfottò di Sel sugli incarichi di Emiliano/ Sel frena Emiliano: “No a primarie solitarie”/ Pd spariglia: “Primarie il 26 ottobre”

Di archiviazione prematura del Rivoluzionario Gentile neppure a parlarne: “Il governo di Nichi Vendola ha determinato con la sua azione riformatrice una svolta che ha qualificato la Puglia, contraddistinguendola positivamente dalle esperienze del passato e ponendola come esempio virtuoso all’attenzione dell’opinione pubblica nazionale”, spegne i fuochi la nota siglata dai partiti, ribadendo la necessità che “la qualità del buon governo si esalti ulteriormente in questi altri 8 mesi di legislatura su temi strategici.

attanasio buccoliero3
 

A cominciare dalla legge elettorale”. Intanto, c’è da mettere a punto la macchina elettorale e stabilire le regole per le nomination alla consultazione popolare di novembre, a turno unico, nonostante i sellini ipotizzassero anche una sorta di ballottaggio: “Un percorso unitario che coinvolga tutte le energie migliori della nostra terra”, battezza la sfida la coalizione, con il leader di Sel ancora a carte coperte su una discesa in campo in prima persona per puntare al tris su Lungomare Nazario Sauro. I beninformati, scommettono su un passo indietro del Masaniello terlizzese, quantomeno facendo il paio con le esternazioni sul buen retiro canadese trapelate in questi giorni, e Dario Stefàno gira il Tacco ormai da mesi in tour.

Emiliano tesse, Vendola aspetta: “Stefàno? Decide Sel”/ Schittulli stuzzica: "Emiliano? A meno che Renzi..."

Almeno quanto Michele Emiliano, s’intende, che cuce i pezzi del suo “arcipelago” di formazioni e tiene il ponte con Realtà Italia, dalle cui fila entra nel gruppo regionale dei dem Antonio Buccoliero. Negli anni passati “le posizioni di Buccoliero hanno spesso coinciso con quelle del Pd e di Vendola e quando non avevamo i numeri lui ci ha aiutato a fare approvare dei provvedimenti importanti”, gli ha tributato il capogruppo Pino Romano in conferenza stampa. Escluso, invece, l’abbraccio degli alfaniani di Ncd.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
emilianoregionalinovembrevendolaprimarie
i blog di affari
Covid, la scienza ideologica al soldo del potere dei gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.