A- A+
PugliaItalia
Regionali, Stefàno alle primarie: “Non temo candidatura di Emiliano”

Bari - “Sono qui per comunicare alla Puglia la mia candidatura alle primarie”, apre senza preamboli Dario Stefàno. Il senatore salentino sceglie il capoluogo per rompere per primo gli indugi e, mentre naufraga la prospettiva di una nomination socialista e i democratici sono alle prese con i possibili competitor del Gladiatore, ipoteca definitivamente la testa di serie dei vendoliani: In campo “non perché senatore di Sel - partito al quale va la mia riconoscenza - nè da fondatore e presidente della Puglia per Vendola ma con l’ambizione di essere nome dell’intero centrosinistra pugliese”. E avverte: “Non temo la candidatura di Michele Emiliano”.

Regionali, il nodo Gentile: “Non candidabili gli ultimi eletti”/ Vendola, Civati, Cuperlo e l’asse Possibile del Politicamp 

Che l’intenzione fosse maturata da tempo lo aveva già dimostrato il tour degli scorsi mesi nel Tacco, al pari delle chiavi ottenute del partito del Governatore, ribattezzato “Puglia in più”. Così come le quotazioni di un passo indietro del Rivoluzionario Gentile erano salite ulteriormente tra i venti di scissione sul fronte nazionale e, assai probabilmente, l’assemblea regionale sellina in Fiera del Levante di lunedì sancirà l’annunciato passaggio di testimone del Masaniello terlizzese: “Dopo dieci anni di profondo cambiamento, abbiamo la responsabilità di dare continuità ad una pagina, correggere gli errori e migliorare la rotta.

Stefànodario
 

Questo tour ha consolidato la convinzione del lavoro fatto e dato sollecitazioni alle quali voglio rispondere nella maniera più trasparente”, arringa da Villa Romanazzi Carducci, l’ex assessore all’Agricoltura, sullo sfondo rosso scelto per la grafica. Nessuno smarcamento dai suoi e le stilettate agli avversari dem non mancano: “Sbagliato praticare l’esercizio della ricerca di un candidato uguale a Vendola. Non ce ne sono e la sua leadership è irripetibile. Serve quindi qualcuno che ne prosegua il progetto e lo completi”, manda a dire.

Gentile e Minervini in campo contro Emiliano?/ Primarie il 30 novembre / Sel frena Emiliano: “No a primarie solitarie”

Dopo l’apprendistato in Via Capruzzi, cominciato nel 2005 prima dei galloni romani di presidente della Giunta Elezioni e Immunità Parlamentari, non è detto che sulla griglia di partenza dei gazebo non incroci più di un collega di scranno. In primis Elena Gentile e Guglielmo Minervini, oltre alle seconde file onorevoli a carte coperte. Intanto, garantisce di non voler essere in alcun modo di intralcio al governo regionale in campagna elettorale: “Auspico che le primarie diano la possibilità a chiunque di misurarsi ma mi candido per vincerle e riconquistare quegli elettori che dal 2010 non hanno guardato al centrosinistra”, dribbla le polemiche, provando a sparigliare con un occhio all’aria tesa in casa dei democratici: “Non sono il luogo della selezione della leadership di un partito ma per la scelta del miglior candidato della coalizione”. Il guanto di sfida agli aspiranti successori di Nichita il Rosso è ufficialmente lanciato.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
stefànoregionaliprimarieemiliano
i blog di affari
Barbero sempre attaccato da quando si è dichiarato contro il Green Pass
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.