A- A+
PugliaItalia
Schittulli rintuzza: "Ciclone Emiliano? Pd incerto su di lui"

Bari – Solo Raffaele Fitto in grado di contendere a Michele Emiliano lo scranno più alto di Lungomare Nazario Sauro? Sì, secondo il sondaggio targato Swg commissionato dai democratici nazionali, che darebbe il Gladiatore vincente, tanto contro l’ex Ministro per gli Affari regionali, quanto contro il Presidente della Provincia, Francesco Schittulli, distanziato di 12 punti. E dal quartier generale dell’oncologo rintuzzano a stretto giro: “La sensazione forte è che  il sondaggio sia stato diffuso da chi - più che avere l'interesse di far conoscere l'orientamento degli elettori pugliesi - vuole condizionare chi nel Pd non guarda con simpatia alla candidatura dell'ex sindaco Emiliano”.

Ncd fermo sul no ai gazebo ma niente Terzo PoloUdc: "Niente preclusioni sulle alleanze"/ Gazebo il 23 novembre ma senza Ncd

Da Roma assicurano di voler restare neutrali e, stando alla rilevazione, per l’ex Sindaco di Bari sarebbe una passeggiata arrivare al secondo turno, dopo aver battuto entrambi gli sfidanti delle primarie con una forbice tra il 59% e il 65%. E se Raffaele Fitto ha già fatto sapere di non avere alcuna intenzione di correre in prima persona – nonostante Swg gli affidi oltre il 50% di preferenze ai gazebo del centrodestra e fissi a quota 8 i punti che lo separerebbero da Emiliano - il presidente della Lilt resta in campo. Per niente dissuaso dai numeri: “Non ha ancora sciolto la riserva della sua candidatura né ha iniziato la campagna elettorale nella quale Emiliano è invece impegnato a tutto campo da tempo, soprattutto con apparizioni televisive nelle tv nazionali”, argomenta il consigliere regionale Davide Bellomo.

In effetti, con il Vicerè di Maglie fuori dai giochi – non fosse altro per gli stessi motivi per i quali Delrio non abbandonerà il suo ruolo nazionale per succedere a Vasco Errani in Emilia Romagna – Schittulli conquisterebbe agevolmente la nomination, doppiando il leccese Paolo Perrone e lasciando Sergio Silvestris tra il 7% e il 10%. Condizione non sufficiente per avere la meglio in una eventuale sfida con il vendoliano Stefàno ma sia l’inquilino di Palazzo Carafa che l’ex europarlamentare biscegliese uscirebbero con le ossa rotta da un frontale contro l’aspirante “Sindaco di Puglia”, lontani rispettivamente 15 e 27 punti.

Ncd rinvia, giro di tavolo sulla data/ A destra salta il verticeSilvestris sprona: "Già decisa la sconfitta?"Ncd: “No trattativa a sinistra”

Schittulli è il candidato favorito e occorre ricordare che tutti i sondaggi lo davano sotto più di dieci punti percentuali a 24 ore dal voto delle provinciali di Bari. Sappiamo invece com'è andata a finire: vittoria secca al primo turno”, tira la volata Bellomo. Tuttavia, all’appello manca più di una variabile. In primis in fattore Ncd, per ora fermo sul no alla consultazione popolare ma che il voto sulle provinciali potrebbe avvicinare al centrosinistra e che, nella peggiore delle ipotesi, non arriverebbe compatto al voto. Dividendosi tra le due anime e costringendo entrambi gli schieramenti a rifare i conti con il rassemblement popolare. Senza contare che i beninformati parlano di un Perrone assai poco propenso a tentare la scalata senza un chiaro lasciapassare fittiano e che, tra i nomi vagliati, ci sarebbero anche quelli dell’ex aennino Nino Marmo e del Sindaco di Andria, Giorgino. Colpi di scena permettendo.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
regionaliemilianopdschittullifittosondaggiswg
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.