A- A+
PugliaItalia
Tomaselli (Pd): 'Cellino Tenuta legale a rischio'

di Salvatore Tomaselli *

Gli arresti eseguiti dai carabinieri di Brindisi nei confronti di 14 persone - tra ex amministratori del comune di Cellino San Marco, imprenditori delle province di Brindisi, Bari e Lecce ed un pregiudicato vicino alla Sacra Corona Unita, accusati di associazione per delinquere, peculato, corruzione, turbata libertà degli incanti e calunnia - rappresentano la conferma delle preoccupazioni sulla tenuta legale e democratica che da anni si erano levate in quella comunità.

La vicenda giudiziaria risulta, infatti, ancor più grave e pesante se si considera che si inquadra in un contesto in cui la collusione tra criminalità organizzata ed istituzioni era tanto acclarata quanto radicata. D’altra parte, lo aveva dimostrato la decisione, assunta un anno fa dal Consiglio dei Ministri, di disporre lo scioglimento del Consiglio Comunale di Cellino San Marco per accertato condizionamento mafioso.

Carabinieri night
 

Al plauso per il lavoro svolto dalla Magistratura e dalle Forze dell’Ordine si unisce, tuttavia, la mortificazione per una vicenda che ha portato alla luce una vera e propria organizzazione criminale che pilotava le scelte più significative di una istituzione locale. E che è resa ancor più grave e sconcertante dal fatto che, stando a quanto dichiarato dallo stesso procuratore Di Napoli, né l’insediamento della Commissione Prefettizia datata luglio 2013 né lo scioglimento del Consiglio comunale del maggio 2014 erano riusciti a scardinare il sistema che, anzi, pare si preparasse per altre ‘manovre’.

Una storia tristissima, dunque, e dai contorni pesantissimi che coinvolge settori delle  istituzioni e che, proprio per questo, deve far riflettere sulla necessità di fare in modo che da tutto ciò si debba ripartire per l’affermazione quotidiana della legalità, della correttezza amministrativa e della trasparenza in una cittadina che merita di essere raccontata per le sue tradizioni civili e democratiche e per la sua vitalità sociale.

Così come siamo stati vicini in questi anni difficili a chi in quella comunità denunciava con coraggio e senso civico le difficoltà ambientali che pesavano sulla principale istituzione cittadina, continueremo con forza a sostenere ed incoraggiare ogni testimonianza di impegno per la legalità, a Cellino San Marco come in tutti gli altri comuni.

* Senatore PD

Tags:
cellinolegalitàtomaselliarrestipd
Loading...
i blog di affari
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
Aggio esattoriale da abolire: denuncia di PIN
Eriksen, la svolta del calcio: da spettacolo del business a lezione di umanità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.