A- A+
PugliaItalia
ASL Vendola Cosentino

L'ex 'Lady asl' di Bari Lea Cosentino "ha mentito" sulle pressioni fatte a lei da Nichi Vendola per la riapertura del concorso da primario di chirurgia toracica dell'ospedale San Paolo, vinto da Paolo Sardelli.

Gli argomenti della Procura contro il presidente della Regione Puglia sono "suggestivi" e "mere illazioni". Lo scrive il gup Susanna De Felice nelle motivazioni della sentenza con cui il 30 ottobre scorso ha assolto Vendola e Cosentino dall'accusa di concorso in abuso d'ufficio.

Inoltre, tra le motivazioni della sentenza si legge che che la riapertura di quel concorso ha salvaguardato un pubblico interesse, probabilmente per il fatto di aver reso possibile il coinvolgimento di un luminare della medicina, come unanimemente attestato.

Tags:
gupmotivazionisentenzaassoluzionevendolacosentinoasl bari
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.