A- A+
Regioni
Coronavirus, polemiche a Forte dei Marmi per multe da 400 euro

Coronavirus, polemiche a Forte dei Marmi per multe da 400 euro fuori ad un supermercato della Versilia. La polizia municipale di Seravezza ha sanzionato 18 persone residenti a Forte dei Marmi

Numerose polemiche a Forte dei Marmi a causa delle sanzioni amministrative da 400 euro inflette a 18 residenti del comune fortemarmino che nella mattinata di lunedi 6 aprile si sono recate nel discount Eurospin del comune di Seravezza, confinante con il comune di Forte dei Marmi, per effettuare la spesa. I cittadini che hanno infranto il divieto di fuoriuscire dal territorio comunale di residenza, sostengono, lo hanno fatto perché i prezzi concorrenziali di tale supermercato li hanno indotti a risparmiare alcuni euro, che in un momento drammatico come questo, possono fare davvero la differenza. I sindaco Murzi ha dichiarato che metterà a disposizione dei residenti l’ufficio legale per aiutarli a fare ricorso. “A questo proposito – afferma il sindaco in un comunicato – seppur nel rispetto delle legge, tale atto è eccessivo e privo di coscienza. Il nostro ufficio legale è a disposizione dei cittadini per aiutarli nel ricorso. Insieme a sindaco di Seravezza solleciteremo il prefetto per un’estensione del territorio limitatamente agli spostamenti per la spesa. Ma dico anche - continua Murzi - che se la legge va sicuramente rispettata, in situazioni come queste di assoluta emergenza, anche di tipo economico in cui versano già moltissime famiglie, una azione del genere mi sembra eccessiva ed aldilà di ogni limite. E il buon senso, ahimè, mi pare che c'entri veramente poco. Qui si tratta di mettere una mano sulla coscienza. Come si fa ad infierire con multe di 400 euro a persone che sicuramente si sono spostate di pochi metri dal proprio comune, per riuscire ad economizzare sulla spesa? E cosa succederà se riaprirà, come mi auguro, la Coop di Seravezza, che si trova sul lato opposto della strada di Forte dei Marmi? Multe anche in quel caso? Sono rimasto addolorato e sì, molto arrabbiato, quando ho letto uno dei verbali, in cui una signora di Vaiana ha dichiarato di prendere 600 euro di pensione al mese e di essersi recata a quel supermercato per risparmiare. Un atteggiamento davvero increscioso che oltretutto getta sconforto sui cittadini già sotto pressione economica e psicologica e che dà una brutta immagine di uno Stato, rigido e vessatorio. La mia comunità, di cui sono molto orgoglioso, si sta attenendo alle regole e agli sforzi che gli sono stati richiesti. Vogliamo paragonare forse una esigenza di spostamento di tipo economico con chi magari transita da un comune all'altro solo per fare una gita fuoriporta?" In merito alla questione, il primo cittadino ha prontamente contattato il sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella: " Riccardo Tarabella - afferma Murzi - mi ha assicurato che si sarebbe messo subito in contatto con il Prefetto di Lucca, così come farò io, per sollecitare una estensione ufficiale tra i due territori, limitatamente agli spostamenti per esigenze di spesa. Mi auguro che a questo punto, non bastando il buon senso e neppure la coscienza, intervenga la legge a risolvere quella che è una necessità e non uno sfizio. Nel frattempo, finché non sarà chiarito il problema, invito i miei cittadini a non recarsi all'Eurospin

CONSEGNATI I PRIMI BUONI SPESA A 105 FAMIGLIE DI FORTE DEI MARMI 

Sono stati recapitati a casa dalla Misericordia di Forte dei Marmi i primi buoni spesa destinati alle famiglie in difficoltà economiche. Dopo la presentazione delle domande e la successiva valutazione per confermarne i requisiti, l'amministrazione comunale ha assegnato buoni spesa valevoli per due settimane a 105 famiglie del territorio. Il valore degli stessi è determinato dal numero dei componenti del nucleo familiare: 100 euro se si è soli, 150 se la famiglia è composta da due persone e 200 per famiglie da 3 persone in su. L'elenco delle attività commerciali che hanno accolgono i buoni spesa del Comune è pubblicato sul sito del Comune, oltreché allegato in uno stampato alle famiglie beneficiarie. Al momento hanno aderito: alimentari gastronomia Biagi, Santa Lucia alimentari, Carrefour Express, Conad City, salumeria enoteca Moreno, Ipersoap, panetteria da Catia, panificio Rocchi, Parmigiani, pescheria Eschini, salumeria Lando, supermercato RG. Resta aperta la possibilità per le attività che si vogliano aggiungere, di inviare al Comune la modulistica necessaria, da inviare tramite PEC all’indirizzo protocollo@comune.fortedeimarmi.lu.it o posta elettronica ordinaria all’indirizzo sociale@comunefdm.it. Per informazioni è possibile contattare il Servizio Sociale del Comune sociale@comunefdm.it -0584280221/229. Così come le persone che, trascorse le due settimane, continuino ad avere la necessità di ricevere ulteriori buoni spesa o nuove famiglie in difficoltà, possono presentare domanda al Comune con la modulistica ritirabile presso: Farmacie Comunali, Croce Verde, Misericordia e scaricabile dal sito internet del Comune www.comune.fortedeimarmi.lu.it

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusforte dei marmisindacobruno murzimultesanzionipolemichesupermercatoseravezzapolizia municipaleassistenzaufficio legale
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Italiani pronti ad acquistare una vettura elettrificata

    Italiani pronti ad acquistare una vettura elettrificata


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.