A- A+
Regioni
Donati Luxury Tower, l’accoglienza turistica in una torre medievale di Firenze

Apre a Firenze, a pochi passi da piazza della Signoria e piazza della Repubblica, una nuova struttura ricettiva di pregio, la Donati Luxury Tower, piazza Sant'Elisabetta 1. L'intervento di recupero, durato due anni e mezzo e costato oltre due milioni di euro, valorizza l'antica torre medievale Ricci Donati. Si tratta di una delle case torri più alte del centro storico fiorentino, da cui è possibile ammirare un panorama mozzafiato a 360 gradi su tutta la città. Donati Luxury Tower è composta di 12 appartamenti disposti su 6 piani, arredati e rifiniti con materiali di pregio e chiamati come i grandi personaggi della storia fiorentina: Dante, Brunelleschi, Machiavelli, Leonardo, Giotto, Gemma, Buonarroti, Botticelli, Donatello, Machiavelli, Raffaello, Lorenzo il Magnifico. Un lungo lavoro di restauro che ha impegnato maestranze locali e che ha utilizzato materiali di alta qualità e pregio, come il marmo di Carrara. L'intervento di recupero è stato particolarmente impegnativo perche ha tenuto conto delle caratteristiche storiche strutturali della torre, una costruzione risalente addirittura all'anno 1100. Un percorso di restauro lungo e difficile che ha subito frenate in corso d'opera a causa del fallimento di ben tre ditte appaltatrici. Originariamente le torri erano due, poste a poca distanza l'una dall'altra ed erano alte circa 60-70 metri. Successivamente sono state scapitozzolate per arrivare all'altezza attuale di 40 metri. La torre dei Ricci che si affaccia su piazza sant'Elisabetta e quella dei Donati su via del Corso, appartenenti a due delle più antiche ed influenti famiglie fiorentine, furono teatro di scontro tra le due fazioni che si fronteggiavano in quell'epoca a Firenze: guelfi e ghibellini. Intorno al 1200 entrambe le torri passarono di proprietà ai Ghiberti, un'altra potente famiglia nobile fiorentina, che le unificò in una unica casa torre. Ancora oggi è riscontrabile questa antica distinzione. L'edificio, di proprietà della famiglia Bosi, è stato dato in gestione alla Donati Luxury Tower srl, amministrata da Fulvio Fabbri ed Enrico Borgogni, che si è fatta carico del completamento degli spazi interni ed esterni. Grande cura è stata posta nella ricerca dei materiali utilizzati per il restauro, come la pietra serena ed il cotto. Gli interni si presentano come un mix di antico e contemporaneo allo scopo di unire comfort ed estetica. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    donati luxury towerfirenzetorremedievalelussorestauroinvestimentocase torriappartamentidantebrunelleschigiottogemmabuonarrotibotticellidonatellomachiavelliraffaellolorenzo il magnificotorre dei riccivia del corsoguelfighibellinighibertibosimarmocarraraenrico borgognifulvio fabbriinaugurazione opening
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.